Semplicemente donna: ecco le premiate dell'edizione 2019

Storie di coraggio, importanti esempi femminili e incontri con le scuole del territorio: la VII edizione del premio è stata presentata ufficialmente nella Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo

Mancano soltanto due settimane alla VII edizione del Premio Internazionale Semplicemente Donna che, venerdì 22 novembre alle ore 21, regalerà emozioni e speranza al pubblico del Teatro “Mario Spina” di Castiglion Fiorentino. Presentata nel corso di una conferenza stampa, tenutasi nella Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo, l’edizione 2019 si propone come un evento in crescita, capace di parlare alle nuove generazioni e volto a sensibilizzare l’opinione pubblica contro la violenza di genere. Riceveranno infatti il premio donne le cui storie parlano di sofferenza, ma anche di coraggio e riscatto. 

“Il Premio Semplicemente Donna – dicono all’unisono Angelo Morelli e Chiara Fatai, ideatori ed organizzatori – è stato concepito come un evento trasversale che possa mettere in luce, a qualsiasi latitudine del pianeta, i vari aspetti della violenza sulle donne. Al tempo stesso vogliamo portare sotto i riflettori anche le esperienze di riscatto di quelle donne che non si sono piegate di fronte alle avversità e non si sono lasciate sconfiggere da retaggi culturali e situazioni difficili. Per farlo abbiamo ritenuto necessario porre l’accento sulle storie, spesso tristi e raccapriccianti, delle donne vittime di violenza sottolineando la caparbietà e la tenacia di quante hanno lottato per raggiungere risultati importanti.”

Donne che combattono quotidianamente per i propri diritti ed esempi femminili di rilievo: nel corso della conferenza sono stati svelati anche i nomi delle premiate dell’edizione 2019. Tra queste Suraya Pakzad, direttrice di Voice of Women Organization, la prima organizzazione femminile sorta nel regime post talebano; la diplomatica italiana Elisabetta Belloni, e attuale segretario generale del Ministero degli Affari Esteri; la neuroscienziata castiglionese Susanna Rosi, la giornalista Monica Peruzzi e Cinzia Pennesi, una delle poche strumentiste italiane che ricoprono il ruolo, in ambito musicale, di direttore d’orchestra. Premiata anche la manager Luciana Delle Donne che con la sua Officina Creativa ha promosso l’azione imprenditoriale nei contesti carcerari, mentre Nicoletta Milione verrà insignita del riconoscimento “Donna Coraggio”. Largo anche all’Associazione Italiana Calciatori, menzionata per la campagna #facciamogliuomini e al progetto “Mamma e bambino” che riceverà il premio speciale “SOS Villaggi dei bambini”.

conf. stampa provincia-2

“Anche quest’anno il premio vanta presenze eccellenti – illustra la presidente di giuria Patrizia Macchione,- e si pone come obiettivo ambizioso quello della comunicazione. L’operato della manifestazione non si esaurisce con la serata di premiazione, ma trova la quadratura del cerchio nel coinvolgimento delle scuole superiori perché, grazie alla conoscenza diretta di storie e testimonianze, è possibile educare al rispetto delle persone”. 

Il premio, che vedrà il suo momento di massima intensità nella cerimonia di consegna allestita nella splendida cornice del teatro “Mario Spina” di Castiglion Fiorentino, entrerà anche quest’anno nelle scuole del territorio permettendo agli studenti di interagire direttamente con le premiate. I primi incontri si svolgeranno già la mattina di venerdì 22 novembre presso il liceo “Luca Signorelli” di Cortona, l’ISIS “Angelo Vegni” delle Capezzine e il liceo scientifico “Giovanni da Castiglione” di Castiglion Fiorentino.  Sabato 23 novembre oltre agli Istituti della Valdichiana il premio approderà anche ad Arezzo incontrando gli allievi del liceo classico “Francesco Petrarca” e del liceo psicopedagogico “Vittoria Colonna” .

conf. stampa provincia16-2

“È un onore poter ospitare il Premio Semplicemente Donna,- spiega il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli.- Personalmente ho già partecipato alle precedenti edizioni e posso confermare che ascoltare le testimonianze delle premiate è il miglior viatico per trasmettere un messaggio forte contro la violenza di genere. Sono certo che, il 22 novembre, chi entrerà al teatro ‘Mario Spina’ ne uscirà poi con una consapevolezza diversa”. 

Le premiate 2019

Suraya Pakzad (Premio Diritti umani)

Elisabetta Belloni (Premio Impegno sociale e civile)

AIC-Associazione Italiana Calciatori (Personaggio uomo per i diritti umani)

Nicoletta Milione (Donna Coraggio)

Monica Peruzzi (Premio per l’informazione)

Susanna Rosi (Premio per la Ricerca scientifica)
Progetto “Mamma e bambino” (Premio speciale SOS Villaggi dei bambini)

Cinzia Pennesi (Premio Arte e Cultura per il sociale)
Luciana Delle Donne (Premio Imprenditoria per il sociale)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Così sono nate le 6000 sardine": storia di Giulia, l'aretina che ha creato con tre amici il movimento anti Salvini

  • La pioggia fa paura: allagamenti, frane e fiumi in piena. Una famiglia evacuata. Chiusa per ore l'A1

  • 4 Ristoranti ad Arezzo: ci siamo. Arriva Alessandro Borghese

  • Auto trascinata dalla corrente, vigili del fuoco al lavoro per il recupero

  • Allagamenti ad Arezzo: strade chiuse e piante crollate

  • Quanto dura il maltempo? Le previsioni meteo ad Arezzo per il weekend

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento