Attualità Saione / Via Fabio Filzi

Via al cantiere della sede dei vigili in via Filzi, Sacchetti: "Unico modo per eliminare il degrado"

Questa struttura simbolo del degrado urbano, come per una legge del contrappasso e nonostante dubbi e polemiche in città, diventerà la nuova sede della polizia municipale. La pianta del progetto esecutivo

I cittadini di via Filzi sono esasperati dalle condizioni in cui vivono a stretto contatto con l'asilo abbandonato. Qui, in via Fabio Filzi, giorno e notte persone ai margini della società, spacciatori, tossici, piccoli criminali scavalcano la cancellata e usano la struttura come dormitorio oppure proprio come base per distribuire droga, per consumarla. E con il passare del tempo, degli anni, questa situazione si è aggravata, sono aumentate le frequentazioni e la percezione di insicurezza delle famiglie ha raggiunto momenti difficili. Come quando in pieno giorno un ragazzo è stato trovato a iniettarsi droga in vena lungo la strada, quando gli spacciatori consegnano le dosi senza preoccuparsi di chi li possa vedere, fino all'ultimo episodio dell'incendio appiccato ad alcune suppellettili nel resede dopo un litigio notturno tra un uomo e una donna. 

Questa struttura simbolo del degrado urbano, come per una legge del contrappasso e nonostante dubbi e polemiche in città, diventerà la nuova sede della polizia municipale. La giunta comunale del 2 settembre ha approvato il progetto definitivo del raggruppamento temporaneo d'impresa composto da Seli Manutenzioni Generali Srl, Braccianti Edilizia Srl e Iccrea BancaImpresa Spa.

L'iter lungo e più volte contestato dalle opposizioni in consiglio comunale, è però arrivato ad un momento di svolta. Di fatto, dopo gli ultimi adempimenti tecnici, la struttura è cantierabile. La particolarità di questo progetto sta nel fatto che l'immobile, che ospitava il vecchio asilo Sant'Antonio di proprietà della Diocesi, è stato acquisito dal Comune di Arezzo che ha poi stipulato un contratto di leasing in costruendo con l'aggiudicatario del bando che di fatto ne è diventato il proprietario. A lui il compito della progettazione definitiva e della ristrutturazione di una grossa parte dell'immobile. Alla fine dei lavori, contabilizzati in partenza in 330 giorni, partirà il canone di locazione finanziaria che il Comune stesso dovrà pagare all'impresa realizzatrice.

"Praticamente potremo dire che a ottobre del prossimo anno saremo nella nuova sede della polizia municipale" spiega l'assessore Marco Sacchetti delegato agli interventi strategici del Comune di Arezzo. "Abbiamo richiesto alla ditta di avviare i lavori e ci sono 30 giorni di tempo per aprire il cantiere. Abbiamo incontrato i concessionari e con loro affrontato il tema della situazione di degrado in cui versa la struttura e nella quale la troveranno il giorno in cui avvieranno l'istallazione del cantiere che dovrebbe essere il 28 settembre. Alcuni sopralluoghi da parte loro sono stati già fatti."

"Dal punto di vista della sicurezza, in questo momento, credo che l'unico modo per recuperare la struttura dal degrado sia proprio quello di istallarci un cantiere. Così potrà cambiare anche la condizione quotidiana della strada. I cantieri per legge hanno regole molto strette in tema di sicurezza, con il divieto di accesso ai non addetti ai lavori e quindi l'area dovrà essere ben delimitata e chiusa. Con un certo rammarico dico che questa è l'unica speranza."

Il progetto della nuova caserma della Municipale in via Filzi

Garage interrato per la rimessa dei mezzi e poi i piani degli uffici, della sala operativa e gli archivi. Questa la pianta di come sarà il comando della polizia municipale di Arezzo al termine dei lavori di ristrutturazione dellìex asilo di via Fabio Filzi.

progetto_ sezioni aa-ee_r01 (1)-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via al cantiere della sede dei vigili in via Filzi, Sacchetti: "Unico modo per eliminare il degrado"

ArezzoNotizie è in caricamento