74mila euro per le scuole dell’infanzia paritarie. Comune e Fism alleati: “Scegliere la scuola è un diritto”

La giunta approva il contributo, l'assessore Tanti: “Rette accessibili per tutti, completato un percorso di equità”

La giunta del Comune di Arezzo ha approvato l’erogazione di un contributo di 74mila euro per l’anno scolastico 2019/20 che rientra nello schema di convenzione con la Federazione italiana scuole materne (Fism). Il contributo comunale è finalizzato al servizio mensa, trasporto, sussidi didattici, attività educative e altri interventi volti a garantire l’accesso alla scuola dell’infanzia al più alto numero di bambini aventi diritto.

In una dichiarazione congiunta, l’assessore Lucia Tanti e il presidente della Fism Arezzo, Mario Bracci, mettono in evidenza una delle finalità primarie della convenzione.

“La qualificazione della complessiva offerta educativa della scuola dell’infanzia, in modo da poter perseguire il contenimento dei costi a carico delle famiglie. Per rendere effettivo il diritto di ogni persona ad accedere al sistema scolastico e formativo, è necessario promuovere interventi rivolti a rimuovere anche gli ostacoli di ordine economico, oltre a quelli di carattere sociale e culturale”.

L’assessore Tanti aggiunge inoltre che “le liste d’attesa ad Arezzo, per i bambini in fascia d’età fino a 6 anni, sono praticamente ridotte a zero in virtù della collaborazione tra soggetti scolastici in un sistema integrato vero. Grazie alla risorse comunali, e a quelle regionali che arriveranno nelle prossime settimane, riusciremo a completare un percorso di equità, mantenendo il costo delle rette su livelli sostenibili anche per l’accesso agli istituti privati. Un obiettivo di politica sociale che ci eravamo prefissati e che possiamo considerare raggiunto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Considerato che la Regione non ha ancora emanato il decreto con cui vengono ripartiti i finanziamenti per il 2019/20 in favore delle scuole dell’infanzia paritarie private, e che esiste in Toscana un pluralismo di soggetti che consentono la generalizzazione del servizio delle scuole dell’infanzia, il Comune di Arezzo ha ritenuto opportuno proseguire con il contributo a favore degli utenti delle scuole materne non statali gestite da enti privati senza scopo di lucro. Da qui la stipula della convenzione con la Fism, che rappresenta le scuole paritarie del territorio comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • LIVE | Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni Arezzo, affluenza ore 23: alle comunali è del 47,26%. Regionali e referendum: i dati comune per comune

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento