menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castelfranco Piandiscò: da domani scatta la chiusura delle scuole elementari e medie

Il sindaco Enzo Cacioli ha firmato la nuova ordinanza in accordo con il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani

Sarà valida da domani, giovedì 4 marzo, l’ordinanza n° 15 del 3 marzo 2021 con la quale il sindaco Cacioli sospende l’attività didattica in presenza delle scuole primarie e secondarie di primo grado a Castelfranco Piandiscò fino al 20 marzo 2021.

A seguito delle comunicazioni pervenute dall’Azienda USL Toscana Sud Est riguardo la diffusione del virus Covid-19, che informa su una crescente diffusione nel territorio comunale di Arezzo e una aumentata velocità di contagio dovuta anche· alla presenza delle sue varianti più aggressive dal punto di vista infettivo, il sindaco ha disposto in accordo con le realtà educative del territorio la chiusura dei plessi scolastici delle scuole primarie, e secondarie di primo grado a Castelfranco Piandiscò.

La scelta è stata presa e condivisa sentito il presidente della Giunta della Regione Toscana, Eugenio Giani.

Una decisione maturata e discussa durante l’incontro con l’Unità di Crisi svoltosi durante la giornata di ieri, e alla quale hanno partecipato i responsabili della Protezione Civile, i dirigenti scolastici e le realtà comunitarie dei diversi centri del Comune. La scelta dell’Amministrazione, condivisa dalle diverse parti, e la relativa ordinanza arriva il giorno dell’annuncio del nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri il quale entrerà in vigore da questo sabato e sarà valido fino al 6 aprile prossimo. In tale documento sono riportate ulteriori misure restrittive riguardo l’attività didattica; infatti nelle aree classificate come “zone rosse” ossia ad alto rischio di contagio, viene automaticamente disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

Al momento la Toscana risulta classificata come zona Aaancione, ma nel suddetto Decreto è specificato che nelle aree ad alto rischio (vale a dire con 250 casi settimanali ogni 100mila abitanti), a prescindere dal colore delle zone, saranno i governatori a dover emanare un’ordinanza per la chiusura degli istituti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Anthony Hopkins a Cortona dopo l'Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento