Riprende la didattica a distanza nella scuola comunale di musica Poggio Bracciolini

Da lunedì 2 novembre i maestri della scuola riprenderanno la loro attività per il nuovo anno didattico

Canto, chitarra, violino, fisarmonica, pianoforte, flauto, sax e percussione. Sono queste le discipline e gli strumenti che i maestri della Scuola comunale di musica Poggio Bracciolini insegneranno agli allievi iscritti per il nuovo anno didattico che prenderà il via lunedì 2 novembre.

A fronte delle ultime disposizioni governative per contrastare la diffusione del virus da Covid-19, la didattica riprenderà on line così come già sperimentato in primavera, con lezioni a cadenza settimanale, da 35 a 50 minuti in base alla scelta dello studente.

“Al momento sono una cinquantina gli allievi iscritti al nuovo anno scolastico - afferma Niccolò Crulli, coordinatore didattico della Scuola - invitiamo i ragazzi ad iscriversi e quanti ancora non hanno rinnovato l’iscrizione a farlo, c’è ancora tempo. La segreteria è aperta tutti i pomeriggi nei locali della Scuola di musica (dalle 15.30 alle 19, da lunedì al venerdì). Consapevoli che la didattica a distanza è tutt’altra cosa rispetto alla presenza, al momento rimane l’unico modo per imparare uno strumento e non perdere tutto ciò che sino ad ora è stato appreso. Non vediamo l’ora che i nostri locali risuonino di musica vera, dal vivo e non tramite un computer, per un ritorno alla normalità ed alla condivisione degli spazi”.

“È importante che, seppur a distanza, la didattica della Scuola di musica riprenda - dichiara l’assessore alla cultura, Caterina Barbuti. La disciplina musicale e l’insegnamento di uno strumento per molti ragazzi rappresenta un momento di crescita, di impegno, di passione e di stimolo; abbandonare i traguardi raggiunti sarebbe una perdita non solo per gli insegnanti ma anche per gli alunni. Sono soprattutto i più piccoli a capire con fatica il particolare periodo che stiamo vivendo, restituire loro le lezioni con i maestri è regalargli un po’ di normalità”.

Le lezioni di musica a distanza - che si svolgeranno nel pomeriggio per non interferire con la didattica scolastica - andranno avanti fino al 24 novembre, come disposto dall’ultimo Dcpm, e riprenderanno in presenza quando la situazione sanitaria lo permetterà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Arrivati i nuovi vaccini Covid: ecco chi può accedere e come prenotarsi. Arezzo al top per somministrazioni

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento