Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità Fiorentina / Via Monte Cervino

La scuola è finita, il Decreto 36 incombe: compiti per la politica. L'incontro

Lunedì 20 giugno alle ore 18, presso la sala Buozzi della Cgil, incontro e dibattito sulla scuola promosso da Arezzo 2020 per cambiare a sinistra in collaborazione con Flc-Cgil scuola

Le lezioni a scuola sono terminate, ma i problemi sono tutt’altro che chiusi. E' triste rilevare che le belle parole spese durante la pandemia sul grande valore della scuola siano rimaste lettera morta. La lista dei problemi è lunga: nel documento di economia e finanza il Governo annuncia un taglio per la scuola di circa 7 miliardi di euro, con la diminuzione del personale scolastico mentre le classi rimangono sovraffollate e la dispersione scolastica non diminuisce; il contratto nazionale è scaduto, ancora deve essere rinnovato e necessita di risorse adeguate per riconoscere sul serio il ruolo di insegnanti e personale Ata. A tutto ciò si aggiunge il pessimo decreto del Ministro Bianchi su formazione, valutazione e reclutamento degli insegnanti, che è attualmente in discussione in Parlamento dove può e per molti deve essere modificato. Il decreto, fortemente criticato da tutte le sigle sindacali, si basa infatti su modalità farraginose e involute, rappresenta una corsa ad ostacoli che rischia di penalizzare fortemente i precari, prevede che per premiare, poco, alcuni si sottraggano risorse a tutti e si taglino le cattedre. 

In sostanza il Decreto Legge 36 si presenta come una sorta di replica in peggio della legge “buona scuola”, che tanti danni ha fatto, e desta non poche preoccupazioni per chi fa parte del mondo della scuola e non solo. Per questo motivo il gruppo di lavoro 'Cultura e Scuola' dell'associazione Arezzo 2020 per cambiare a sinistra ha promosso l’incontro-dibattito organizzato in collaborazione con la Federazione Lavoratori della Conoscenza - Cgil di Arezzo, in programma lunedì 20 giugno alle ore 18, presso la sala Buozzi della Cgil aretina. Come afferma il promotore dell'iniziativa Roberto Del Gamba di Arezzo 2020, "dopo lo sciopero generale della scuola del 30 maggio scorso, l'incontro è necessario per sapere quale sarà il destino del Decreto 36 e in che modo verrà convertito in legge a fine mese. E' fondamentale sapere quali sono in merito le posizioni dei partiti della sinistra e del centrosinistra, capire chi lo appoggerà e chi invece vorrà rimediare alle storture che contiene; il personale della scuola e il sindacato devono saperlo, devono conoscere chi è dalla loro parte e chi rema contro." 

L’iniziativa dal titolo "Scuola e Decreto 36, la posizione dei partiti sul Decreto Bianchi che vuole cambiare la formazione dei docenti e la loro progressione di carriera. Cui prodest?” sarà introdotta da Maurizio Tacconi, Segretario provinciale Flc Cgil e vedrà gli interventi di Paola Della Santina - responsabile scuola regionale Sinistra italiana, Ivano Ferri - responsabile provinciale Articolo 1, Valentina Vaccari - Consigliera comunale Pd, con il coordinamento di Roberto Del Gamba del Direttivo di Arezzo 2020 per cambiare a sinistra. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. 

scuola_decreto 36 - arezzo 2020

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola è finita, il Decreto 36 incombe: compiti per la politica. L'incontro
ArezzoNotizie è in caricamento