Sciopero treni: disagi per seicento pendolari. I Comitati: "La Regione intervenga contro Trenitalia"

Seicento pendolari pigiati come sardine sul R3152 Foligno-Firenze perché il RV3168Chiusi-Firenze, nonostante sia uno dei treni garantiti in caso di sciopero, è stato soppresso. Quella di ieri è stata una giornata nera per i pendolari di Val...

ritardi_treni

Seicento pendolari pigiati come sardine sul R3152 Foligno-Firenze perché il RV3168Chiusi-Firenze, nonostante sia uno dei treni garantiti in caso di sciopero, è stato soppresso.

Quella di ieri è stata una giornata nera per i pendolari di Val di Chiana, Arezzo e Valdarno che hanno dovuto affrontare lo sciopero con disagi mai visti durante le proteste sindacali dei ferrovieri. “Non conosciamo le ragioni della soppressione del 3168, che dovrebbe essere garantito in caso di sciopero – racconta Marco, uno dei pendolari di Castiglion Fiorentino – così siamo saliti Foligno-Firenze delle 7.09 da Castiglioni. Arrivati ad Arezzo non si ripartiva poi è arrivato l’annuncio che il RV3168 nasceva ad Arezzo ed era pronto al binario 5. In 300 ci siamo precipitati sul convoglio per scoprire che il 3168 sarebbe partito solo dopo 65 min, così di corsa indietro sul 3152”. Così, nella fascia oraria più importante che porta i pendolari al lavoro, sul Foligno-Firenze sono entrati a gomitate lavoratori e studenti che prendono quattro convogli visto che lo sciopero aveva cancellato l’IC580 e il R11800. “Ma il momento peggiore – continua Marco – è stato quando il treno è arrivato nel Valdarno, da dove fino a Firenze, non c’era spazio per muoversi”. Il risultato della mattinata in fascia pendolare è stato tragico: il 3168 inutilizzabile, che doveva essere a Firenze Smn alle 8.01, è arrivato a con 70 min di ritardo mentre il 3152 era a destinazione alle 8.40. Saltate tutte le coincidenze da Firenze Campo Marte e Rifredi iseicento pendolari infuriati hanno dovuto fare i conti, in alcuni casi di oltre un’ora di ritardo sui luoghi di lavoro e all’Università. I Comitati dei pendolari protestano duramente sia per la cancellazione del 3168 che per la cattiva gestione dello sciopero e chiedono alla Regione Toscana di intervenire in modo deciso su Trenitalia affinché non si ripeta una situazione come quella di ieri. E chiedono:cosa significa “garantito in caso di sciopero” se poi viene cancellato?
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento