Attualità

Scandalo rifiuti. Ato Toscana Sud: "No alla rescissione con Sei, a rischio la continuità del servizio"

Si è oggi riunita l’assemblea dei sindaci di Ato Toscana Sud, presieduta dal sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, che ha esaminato le delibere proposte dal direttore generale Paolo Diprima e previamente condivise nel consiglio direttivo...

ato-toscana-sud

Si è oggi riunita l'assemblea dei sindaci di Ato Toscana Sud, presieduta dal sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, che ha esaminato le delibere proposte dal direttore generale Paolo Diprima e previamente condivise nel consiglio direttivo presieduto dal sindaco di Civitella Paganico Alessandra Biondi.

In apertura dei lavori il presidente Ghinelli ha fornito un'ampia informativa sullo stato della gestione commissariale del concessionario del servizio rifiuti Sei Toscana, e sul piano articolato di iniziative avviate da Ato Toscana Sud per affrontare le criticità evidenziate dagli amministratori straordinari, in stretto raccordo con la Prefettura di Siena e ANAC che ne hanno disposto la nomina.

"In questo periodo di gestione commissariale - si legge nella nota diffusa da Ato Toscana Sud - finalizzata per legge a garantire la legittimità e trasparenza dell'esecuzione della contratto rifiuti in un'ottica di sua prosecuzione, e fino ad eventuali provvedimenti dell'autorità giudiziaria nei confronti di Sei Toscana, Ato Toscana Sud si sente impegnata, in concorso con gli amministratori straordinari e le altre autorevoli istituzioni coinvolte, a perseguire la soluzione dei problemi della concessione più che a risolverla unilateralmente, con i gravi rischi che tale decisione comporterebbe anche nella continuità del servizio rifiuti e igiene urbana da garantire alla cittadinanza".

L'assemblea ha poi approvato il programma triennale di attività 2018-2020 che definisce indirizzi strategici ed obiettivi operativi dell'ente, orientati a superare le criticità formatesi nel primo periodo di sua attività e a perseguire nuovi obiettivi di efficientamento del servizio rifiuti dell'ambito.

Il precedente atto di indirizzo in materia di Crediti TIA è stato adeguato per tener conto di alcune osservazioni espresse dai vari soggetti interessati, con l'obiettivo di pervenire quanto prima ad una definitiva approvazione delle relative delibere di riconoscimento delle somme dovute ai precedenti gestori e di graduale imputazione in tariffa dei crediti risultati inesigibili a sensi di legge.

E' stato condiviso il programma di investimenti per l'incremento della raccolta differenziata, ed in particolare dell'organico, su cui chiedere co-finanziamenti della Regione per l'intero importo, circa 6 milioni di euro, che una sua recente delibera ha messo a disposizione di Ato Toscana Sud. Si è convenuto di destinare un fondo, già costituito con precedenti accantonamenti, alla copertura del rischio soccombenza nel contenzioso avanti al Tar per i ricorsi di Sei Toscana contro le delibere di approvazione dei Corrispettivi degli esercizi 2016, 2017 e 2018, valutando anche le possibilità di adire alla procedura conciliativa prevista dal contratto di servizio. In questo contesto è stato dato mandato al direttore generale per definire uno schema di accordo conciliativo con Sei Toscana anche in tema di interessi di mora a carico dei Comuni, da sottoporre alla loro libera adesione.

L'assemblea ha anche approvato una nuova regolamentazione, più snella ed organica, del ricorso dei Comuni ai servizi opzionali in materia di rifiuti forniti da Sei Toscana ad integrazione dei servizi base. E' stata poi approvato il piano di riorganizzazione dei servizi rifiuti nel Comune di Siena e nei Comuni dell'Amiata grossetana, per l'incremento della raccolta differenziata e un miglior servizio degli utenti. Infine per gli aspetti amministrativi è stato approvato il rendiconto dell'esercizio 2017 e la revisione del sistema di valutazione della performance.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo rifiuti. Ato Toscana Sud: "No alla rescissione con Sei, a rischio la continuità del servizio"

ArezzoNotizie è in caricamento