Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Sansepolcro, Cgil su orti sociali: "C'è chi semina solidarietà e chi personalismi"

"Faremo di tutto perché gli orti sociali siano una straordinaria esperienza sociale e d'integrazione generazionale. E questo nonostante l'Amministrazione comunale di Sansepolcro si sia limitata a vedere nel progetto uno strumento di ribalta...

"Faremo di tutto perché gli orti sociali siano una straordinaria esperienza sociale e d'integrazione generazionale. E questo nonostante l'Amministrazione comunale di Sansepolcro si sia limitata a vedere nel progetto uno strumento di ribalta individuale".

Apprezzano il risultato finale e ringraziano l'attuale Giunta per essersi attivamente impegnata nella realizzazione del progetto ma i sindacati pensionati Cgil, Cisl e Uil sentono il dovere di rimarcare alcuni concetti in merito alla prossima attivazione degli orti sociali.

"Sappiamo che le cattive idee sono orfane e quelle buone figlie di tutti. Rivendichiamo il merito di aver proposto, fin dal 2010 ma anche prima, alle varie Giunte Comunali che si sono susseguite a Sansepolcro questo progetto senza mai ricevere alcuna risposta e per questo non possiamo accettare di essere oggi esclusi. Sette anni or sono, nell'ambito della piattaforma territoriale, abbiamo chiesto l'attivazione degli orti sociali. Un'attività funzionale alla passione e alla competenza di molti anziani ma anche alla valorizzazione di aree sostanzialmente abbandonate. Senza dimenticare l'opportunità di creare rapporti e dialoghi tra generazioni diverse. In questi anni non abbiamo ricevuto alcun riscontro dalle diverse amministrazioni comunali che si sono alternate al governo di Sansepolcro".

Una risposta positiva e concreta è arrivata, invece, dall'Inps e dal suo Comitato Provinciale "che apprezziamo e ringraziamo per aver messo gratuitamente a disposizione i terreni necessari". Senza il suo decisivo contributo non si sarebbe mai potuto realizzare il progetto "Orti Sociali".

"Analoga attenzione non abbiamo registrato da parte del Comune di Sansepolcro. Il 12 aprile abbiamo richiesto di poter presentare tutti insieme e quindi Comune e sindacati, il progetto. Non ci è giunta alcune risposta. Anzi: abbiamo saputo che la cerimonia ci sarà il 17 maggio. Ma l'abbiamo letto sui giornali e solo perché annunciato dal Presidente del Comitato Inps. Ne prendiamo atto, ricordando che per noi il metodo è, da sempre, anche merito. A questo punto continueremo a svolgere il nostro ruolo ed in tal senso annunciamo che dopo la firma tra Direzione Regionale Inps e Comune di Sansepolcro sarà nostra cura vigilare affinché il bando per l'assegnazione in gestione degli orti sociali si svolga in trasparenza e nel rispetto della legge regionale. Invitiamo quindi il Comune ad organizzare un'assemblea pubblica per spiegare tutti i dettagli del bando".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sansepolcro, Cgil su orti sociali: "C'è chi semina solidarietà e chi personalismi"

ArezzoNotizie è in caricamento