Sanità, crescita a doppia cifra per il Nursind alle elezioni Rsu: "Siamo il primo sindacato in molte aziende toscane"

“Siamo il primo sindacato in molte aziende ed ex aziende toscane, come quella Universitaria Pisana, Empoli, Prato, il secondo a livello regionale e il sindacato di riferimento in assoluto per quanto riguarda gli infermieri”. Così Giampaolo...

Giampaolo Giannoni

“Siamo il primo sindacato in molte aziende ed ex aziende toscane, come quella Universitaria Pisana, Empoli, Prato, il secondo a livello regionale e il sindacato di riferimento in assoluto per quanto riguarda gli infermieri”. Così Giampaolo Giannoni, responsabile Nursind Toscana, commenta i risultati delle ultime elezioni RSU nelle aziende sanitarie regionali.

Crescita a doppia cifra per il sindacato autonomo degli infermieri, rispetto ai risultati del 2015. “Con 4.679 voti complessivi (1.667 in più rispetto alle elezioni precedenti), il Nursind registra una crescita del 55% su base regionale”. In alcune aziende l’aumento è ancora più sorprendente: a Firenze si registrano un +252% all’Azienda Universitaria di Careggi e +272% per l’Ospedale Meyer, a Pisa +72% all’interno della Fondazione Gabriele Monasterio, mentre a Siena addirittura un +273% per l’Azienda Universitaria Ospedaliera Senese.

Il Nursind si afferma come il secondo sindacato più rappresentativo dell’Asl Toscana Centro (1.479 voti, +50%, una delle poche formazioni in crescita), dell’Asl Toscana Nord Ovest (1.038 voti, +46%) e dell’Asl Toscana Sud Est (927 voti, +26%), mentre è il primo all’interno dell’Azienda Universitaria Ospedaliera Pisana e della Fondazione Gabriele Monasterio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Adesso abbiamo le basi per far valere la nostra piattaforma di valori e proposte – conclude Giannoni – a partire dalle tematiche aperte dal nuovo contratto nazionale, che noi non abbiamo firmato, fino al nuovo progetto regionale del 118, senza dimenticare la perdurante carenza organica di infermieri nelle aziende sanitarie toscane, la questione sicurezza sul lavoro e il mancato rispetto dei turni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento