menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La firma dei contratti

La firma dei contratti

Asl Sud Est, accordo sugli straordinari e 35 nuovi assunti. Oggi D'Urso ad Arezzo

I vertici della Cgil, della Funzione Pubblica e dei rappresentanti sindacali di area vasta e regionali saranno ad Arezzo nel dibattito al quale parteciperà Antonio D'Urso sulla sanità pubblica e partecipata

La questione del personale è sempre al centro del dibattito quando si parla di sanità. Problemi ce ne sono stati e ce ne sono. Ma qualcosa sermbra muoversi. 

L'Asl Toscana Sud Est ha siglato infatti con i sindacati del comporto sanità l'ipotesi di accordo sull'utilizzo dello straordinario per l'anno 2019. Un dato che appare minore rispetto agli anni passati, e questo, spiegano, è una buona notizia: il minor utilizzo di straordinario significa un equilibrio maggiore nelle turnazioni del personale, probabilmente una minore frequenza di situazioni di emergenza in merito alla presenza di operatori sanitari.

Il tavolo di confronto si è tenuto ieri e ha avuto come oggetto anche la regolamentazione dell’orario di lavoro, che è in corso di approfondimento e che sarà definita a breve.

E’ l’esito di un confronto in atto tra la direzione aziendale e le organizzazioni sindacali su vari aspetti previsti dal contratto integrativo aziendale, di cui è in corso la revisione alla luce del nuovo CCNL - ha dichiarato Francesco Ghelardi, direttore amministrativo dell’Ausl Toscana sud est -. Pur nella diversità dei ruoli, crediamo fortemente nella condivisione dei processi e in una dialettica di confronto aperta e soprattutto costruttiva, tanto da rimanere stupiti che certe sigle sindacali comunichino a mezzo stampa. La nostra politica aziendale nella gestione delle risorse umane e professionali poggia su ben altri principi”.

Il riferimento molto probabilmente agli allarmi lanciati dal Nursind che ha annunciato anche uno stato di agitazione in vista.

Il grido d'allarme del Nursind: "Mancano 230 infermieri nella nostra Asl". Stato di agitazione in vista

L'Asl annuncia anche che sta procedendo all’implementazione dell’organico tramite l’attivazione di apposite procedure di selezione finalizzate a nuove assunzioni di vari profili professionali. Un passaggio importante c'è stato mercoledì scorso, 11 settembre, quando i vertici aziendali hanno controfirmato 35 nuovi contratti a tempo indeterminato (31 del comparto e 4 della dirigenza), nei locali del centro direzionale della Sud Est che si trova a Siena.

Intanto per oggi è atteso il confronto dibattito alla presenza del direttore generale Antonio D'Urso. Un evento organizzato dalla Funzione Pubblica della Cgil di Arezzo che vuole mettere in discussione la riforma dell'area vasta in sanità a tre anni dal suo varo. Il dibattito si terrà a Villa Severi alle 17:00.

Sanità partecipata: l'evento pubblico della Fp Cgil. Poi medici ai fornelli per l'acquisto dell'ecografo

Al dibattito prenderanno parte, oltre al segretario generale della Cgil di Arezzo Alessandro Mugnai, anche Antonio D’Urso, direttore generale della Asl Toscana Sud Est, Stefano Scaramelli, presidente della terza commissione consiliare della Regione Toscana e Amedeo Ciaccheri, presidente Municipio Roma VIII. Le conclusioni sono affidate a Bruno Pacini, segretario generale della Fp Cgil della Toscana. Modera il dibattito Marco Vitelli, coordinatore Fp Cgil Area Vasta Fp Cgil.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento