Tari, a San Giovanni riduzioni a favore delle attività commerciali in seguito all'emergenza Covid-19

Sarà decurtata "per intero dalla tariffa la quota variabile legata alla produzione di rifiuto per i periodi di inattività durante il lockdown"

"Conseguentemente all’emergenza sanitaria e alle difficoltà economiche derivate che hanno colpito l'economia, adesso è possibile avere accesso alle riduzioni sulla Tari per i periodi di chiusura dovuti alle misure di contenimento imposte dalle normative nazionali e regionali".

Il Comune di San Giovanni, aderendo alla possibilità concessa da Arera (Autorità di Regolamentazione per Energia, Reti e Ambiente) di prevedere riduzioni della Tari per i periodi di chiusura delle attività causate dall’emergenza sanitaria Covid-19, ha quindi stabilito di decurtare per intero dalla tariffa la quota variabile legata alla produzione di rifiuto per i periodi di inattività durante il lockdown. 

In concreto i titolari delle utenze non domestiche, sulla base dei codici attività e delle direttive di Arera,  vedranno azzerata la parte variabile della tariffa Tari per i periodi di chiusura a causa dell’emergenza Covid-19.

Per ottenere la riduzione è sufficiente compilare l’apposita modulistica presente sul sito del Comune di San Giovanni Valdarno e inviarla agli Uffici Comunali entro il 15 settembre 2020;  dopo successiva approvazione l’importo della riduzione sarà detratto dalla rata a saldo 2020, prevista in scadenza il 4 dicembre prossimo. 

“Rispettiamo l’impegno preso di scomputare le riduzioni della TARI concesse per il periodo di inattività durante il lockdown per le Utenze non domestiche già nella rata a saldo del 2020;  pur nelle ristrettezze del bilancio del nostro Comune, riteniamo importante sostenere le imprese concedendo l’azzeramento della quota variabile per i periodi di chiusura” ha affermato l’assessore Romei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento