Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Il San Donato l’unico in Toscana senza radiologia interventistica. Fp Cgil: "Si ponga subito rimedio"

Perché i tecnici di radiologia del pronto soccorso dell’ospedale San Donato di Arezzo devono occuparsi anche degli interventi chirurgici di alcuni reparti? Questa la domanda che da tempo i rappresentanti sindacali della Funzione Pubblica della...

OSPEDALE-SAN-DONATO6

Perché i tecnici di radiologia del pronto soccorso dell'ospedale San Donato di Arezzo devono occuparsi anche degli interventi chirurgici di alcuni reparti?

Questa la domanda che da tempo i rappresentanti sindacali della Funzione Pubblica della Cgil di Arezzo rivolgono alla direzione della Asl Toscana Sud Est, per adesso senza risposta.

"Oltre agli esami radiologici necessari al pronto soccorso, questi stessi tecnici intervengono anche nelle sale operatorie per gli interventi di ortopedia e urologia, ma il problema si pone soprattutto per il fatto che sono chiamati a intervenire anche nella chirurgia vascolare dove in realtà dovrebbe operare una equipe dedicata alla radiologia interventistica" spiega la segretaria provinciale della Fp Cgil di Arezzo Giulia Da Mario.

"La radiologia interventistica ad Arezzo non è attiva nonostante ci sia un medico assunto per quel ruolo e ci sia una struttura assegnata, ma mancano le strumentazioni necessarie, il resto dei dottori, gli infermieri dedicati e i tecnici di radiologica per fare quel tipo di attività" aggiunge il coordinatore alla sanità della Fp Cgil d'area vasta Toscana Sud Est Bruno Pacini.

La radiologia interventistica è una chirurgia mininvasiva che abbraccia numerose branche, esiste in tutto il resto della Toscana e l'ultima ad essere stata varata è quella di Grosseto.

"E Arezzo? - si domandano Pacini e Da Mario? - Perché resta indietro se è stato scelto come plesso ospedaliero destinato a gestire la chirurgia d'emergenza di tutta la provincia? Chiediamo che l'equipe di radiologia interventistica venga composta al più presto e che non siano più impiegati i tecnici del pronto soccorso per queste operazioni. In determinati giorni e in alcune fasce orarie c'è il forte rischio che l'emergenza urgenza resti sguarnita di figure fondamentali nella diagnostica - aggiugnono infine Da Mario e Pacini - Lo chiediamo con forza per la tutela professionale dei nostri tecnici, per dare garanzie maggiori agli operatori del pronto soccorso e perché garantire questa chirurgia mininvasiva è un servizio doveroso per i nostri utenti."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il San Donato l’unico in Toscana senza radiologia interventistica. Fp Cgil: "Si ponga subito rimedio"

ArezzoNotizie è in caricamento