Salvato per un anno il liceo Colonna alla Cadorna. Poi lo spazio sarà destinato alle scuole comunali

“Cadorna, ancora disponibile per un anno scolastico per Redi e Colonna. Poi quegli spazi dovranno tornare al Comune per le scuole di competenza”. Nota degli assessori Lucia Tanti e Tiziana Nisini. Per il prossimo anno scolastico, 2017/2018, il...

liceo-colonna-2

“Cadorna, ancora disponibile per un anno scolastico per Redi e Colonna. Poi quegli spazi dovranno tornare al Comune per le scuole di competenza”. Nota degli assessori Lucia Tanti e Tiziana Nisini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Per il prossimo anno scolastico, 2017/2018, il Comune di Arezzo è ancora disponibile a ospitare gli studenti del Liceo Colonna e in aggiunta anche gli studenti del Liceo Scientifico nella palazzina della Cadorna. Per l’anno successivo questa possibilità verrà meno. Infatti, dall’anno scolastico 2018/2019 gli stessi locali saranno a disposizione degli alunni che frequentano le scuole comunali, quest’ultime saranno oggetto di interventi di adeguamento per garantirne la miglior fruibilità. La disponibilità del Comune nei confronti della Provincia e soprattutto dei ragazzi e delle famiglie è totale, ma non possiamo andare oltre il giugno del 2018 perché i diritti dei ragazzi che frequentano elementari, medie e scuole dell’infanzia non sono meno importanti di chi frequenta le scuole superiori. E’ noto che la Giunta Ghinelli ha infatti approvato un ampio e articolato piano di interventi e investimenti nell’edilizia scolastica presentato dal vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini. Preme inoltre ricordare che in seguito a incomprensibili scelte dell’allora Governo Renzi e dell’attuale Governo Gentiloni, che di fatto hanno azzerato le risorse per le Province e quindi per le scuole superiori, la Provincia di Arezzo non è nelle condizioni, e non per responsabilità propria, di onorare il canone di affitto dei locali della Cadorna, stabilito dalla Giunta Fanfani nel 2012. Risorse queste che il Comune non ha potuto ricevere e che sarebbero state destinate per l’interesse della città.

Quanto detto è emerso da un incontro cordiale e fattivo che si è svolto con i tecnici del Comune e della Provincia e alla presenza anche del consigliere comunale e provinciale Alessandro Caneschi. Un incontro a cui ne seguiranno altri e a partire dal quale gli uffici comunali hanno già iniziato a lavorare per uscire da una situazione critica che si protrae dal 2012. Con questa riunione è stata imboccata una strada di certezze nel rispetto di tutti i soggetti coinvolti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento