Attualità

I Rotary club di Arezzo in campo nella campagna per rendere il mondo "polio free"

I Rotary club di Arezzo in campo nella campagna per rendere il mondo “polio free”

Foto d'archivio

Arezzo, attraverso i Rotary club cittadini, in prima linea nella campagna contro la diffusione nel mondo della poliomelite. Un’idea nata 30 anni fa dal Rotary International e sostenuta dalla Bill & Melinda Gates Foundation, che fa capo al patron di Microsoft. E che vede il Rotary international raddoppiare  le somme corrisposte dai club mentre la Gates Foundation provvederà a sua volta a moltiplicarle.

“Un’iniziativa – spiega Carlo Greco,  presidente del Rotary club Arezzo – che vede parte attiva anche i club aretini impegnati in una campagna di informazione su questo tema fondamentale, che nasce dalla volontà di diffondere l’importanza del vaccino antipolio nel mondo soprattutto  perché purtroppo si registrano a settembre di quest’anno ancora diversi casi di poliomelite in Paesi come il Pakistan e l’Afghanistan”.

Da oltre 30 anni i Club Rotary di tutto il mondo sono impegnati nel progetto Polio Plus che ha contribuito a ridurre i casi di polio di oltre il 99,9%.
Essendo una malattia di tipo endemico bisogna vaccinare ogni anno dagli otto ai dieci milioni di bambini in tutto il mondo:

“Infatti non bisogna mai abbassare la guardia  - spiega ancora Greco -  questa battaglia e l’impegno continuo dei nostri club non si può fermare, in quella che di fatto è una volta una corsa contro il tempo: se tutti gli sforzi volti all’eradicazione si fermassero oggi, entro 10 anni, la polio potrebbe paralizzare fino a 200mila bambini ogni anno. Il Rotary ha contribuito a ridurre i casi del 99,9%: diamo tutti una mano a fermare definitivamente questo male”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Rotary club di Arezzo in campo nella campagna per rendere il mondo "polio free"

ArezzoNotizie è in caricamento