menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ritrovarsi". Ego presenta il suo ultimo lavoro discografico

I tre brani che compongono questo lavoro non nascono durante il periodo di quarantena ma sono involontariamente figli di un periodo di breve durata risalente all 2019, l’anno di “Saette”

Ritrovarsi, è questo il titolo del nuovo lavoro discografico del rapper aretino Ego (al secolo Diego Nicchi). Non un singolo, non un album ma bensì un EP di tre pezzi per "riprendersi, in maniera graduale, senza la pretesa del tutto e subito, quella piccola fetta di normalità". Un lavoro attraverso il quale l'artista tenta di "ritrovarsi e ritrovare sé stesso, puntando sulla positività dopo un periodo abbastanza negativo a livello personale e collettivo". 

I tre brani che compongono questo lavoro non nascono durante il periodo di quarantena ma sono involontariamente figli di un periodo di breve durata risalente all 2019, l’anno di “Saette”, il primo album edito da Woodworm. "Un anno bellissimo - spiega il musicista - soprattutto per quanto riguarda gli opening di live per artisti come La Rappresentante Di Lista, Ex-Otago, Ghemon, Edda, Willie Peyote e Coma Cose ma allo stesso tempo straniante sotto diversi aspetti manageriali e scelte imprenditoriali legate al progetto".

Ego matura una vera e propria necessità di ritornare nella più totale indipendenza e si mette a comporre nuovi brani, senza l’idea di racchiuderli all’interno di un album. Nascono così “Amsterdam”, “Libera” e “Sopra La Città”, tre pezzi che da una parte viaggiano sempre sulla falsa riga dell’urban pop e dall’altra vanno ad ammorbidire ulteriormente l’anima rap del progetto, riportando il tutto a una dimensione più cantautorale e scanzonata.

Superati i trent’anni di età ci si affaccia sulla prospettiva di mutare i propri limiti in forza, sia dal punto di vista musicale che personale, dopo un periodo di stop a tratti tragico e a tratti comico. Si torna a così a sognare viaggi mai fatti in adolescenza, ad inciampare sempre sulle stesse ipotesi, a cercare nuovamente quello che non c’è ma con speranze meno disilluse, come viene narrato in “Amsterdam”, la prima traccia dell’EP. In “Libera” viene affrontato il tema della vita di provincia, di periferia, tanto confortevole quanto limitante; si torna a fare i conti con i chilometri macinati per strappare un applauso, con tutte le volte in cui il grande sogno di trasformare la musica in lavoro si è poi rivelato un bluff. Nonostante tutto proprio lei, la musica, rimane la compagna fedele, l’amante crudele, la festa che non finisce mai anche quando tutti se ne vanno e si rimane da soli a soffiare sulle candeline. Nel terzo ed ultimo brano intitolato “Sopra La Città” finalmente si trova la forza per decollare via da tutto questo, da soli o in compagnia, fisicamente o mentalmente. Questa volta senza voltarsi, senza rinnegare l’unica certezza: quella di essere eternamente fuori luogo e spesso fuori tempo, ma sempre con il sorriso.

“Ritrovarsi” è stato suonato, prodotto, registrato e mixato da Filippo Milanesi presso il Rooftop Studio di Arezzo. I testi dei brani sono stati scritti da Diego Nicchi. Hanno suonato in “Sopra La Città”: Arturo Magnanensi (basso), Lorenzo Nocentini (batteria) e Marco Romanelli (recording). Le foto di EGO sono di Jacopo Bille.
RITROVARSI (cover EP)-2

Per ascoltare i brani di Egohttps://open.spotify.com/artist/5IG9hGSZogOxm7YaKSVZ0D

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento