Attualità

Rincari luce e gas: si risparmia con le offerte combinate

Il caro bollette è purtroppo una realtà con la quale le famiglie italiane sono chiamate a fare i conti, ogni mese o ogni bimestre. La bolletta non perdona e non sempre è possibile risparmiare cercando di evitare gli sprechi. Nel corso di un...

luce elettrica

Il caro bollette è purtroppo una realtà con la quale le famiglie italiane sono chiamate a fare i conti, ogni mese o ogni bimestre. La bolletta non perdona e non sempre è possibile risparmiare cercando di evitare gli sprechi. Nel corso di un inverno particolarmente freddo il consumo di gas per il riscaldamento è purtroppo necessario, allo stesso modo chi utilizza diversi elettrodomestici, ha figli piccoli, usa spesso il climatizzatore si può trovare con bollette molto salate, anche cercando di usare ogni apparecchiatura in modo morigerato. Spesso il risparmio più elevato si ottiene quando scopri le vantaggiose offerte luce e gas proposte dalle aziende che forniscono entrambi i servizi.

Non solo risparmio

Certo, la particolarità che più interessa alla clientela è in genere il costo contenuto. Ma avere un unico gestore per luce e gas non porta solo questo vantaggio. La bolletta diviene una sola, cosa che ci semplifica il pagamento, anche nel caso in cui si desideri fare la domiciliazione bancaria. Inoltre in caso di guasti o problemi si ha un solo interlocutore, con cui è più semplice comunicare, invece di dover contattare diverse aziende per ogni singolo servizio. Alcune aziende inoltre offrono ai clienti che scelgono di ricevere da loro sia la fornitura di energia elettrica, sia quella di gas vantaggiosi sconti, che incidono in modo importante sulle spese familiari, soprattutto se si fa un conteggio annuale. Come cambiare operatore

Per passare da un gestore dei servizi luce e gas ad uno nuovo non si deve fare praticamente nulla. È infatti sufficiente contattare la nuova azienda di servizi, avendo a portata di mano l'ultima bolletta ricevuta. Questo documento infatti riporta tutti i dati che riguardano la fornitura che si possiede in casa; una volta comunicati alla nuova azienda non si dovrà fare altro, il nuovo gestore si preoccuperà di tutte le operazioni che riguardano il passaggio, compresa la chiusura dei precedenti contratti. In alcuni casi questo porta anche dei vantaggi immediati: molte società di gestione dei servizi richiedono ai loro utenti il pagamento di una cifra di anticipo sui consumi, che rimane in deposito. Nel momento in cui si chiude il contratto tale cifra viene interamente restituita. Conviene anche ricordare che cambiare gestore può anche diventare un importante passo nei confronti della salvaguardia ambientale; molte nuove aziende di fornitura di energia elettrica infatti la offrono che proviene interamente da fonti rinnovabili certificate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rincari luce e gas: si risparmia con le offerte combinate

ArezzoNotizie è in caricamento