"Rimborsi percepiti anche durante il lockdown", è bufera sui consiglieri regionali. Casucci: "Donati agli ospedali di Arezzo"

Nel mirino dei pentastellati tutti i consiglieri - compresi gli aretini De Robertis, Casucci e Tartaro - che hanno ricevuto l'indennità variabile anche per il periodo in cui i lavori si sono svolti da remoto e non l'hanno restituita

La sferzata è arrivata dalla candidata alle regionali del Movimento 5, Stelle Irene Galletti. Con un post su Facebook ha scatenato la polemica dell'estate.  "Chiusi in casa e rimborsati - scrive -. Alla faccia della crisi. E dell'etica". L'esponente pentastellata si riferisce ai rimborsi percepiti dai consiglieri regionali durante il lockdown, periodo in cui i lavori dell'aula si sono svolti a distanza, in teleconferenza, e quindi non ci sarebbero stati spostamenti da parte dei consiglieri. Tutti i consiglieri (eccetto i tre del M5S) avrebbero percepito l'indennità, compresi gli aretini Lucia De Robertis (Pd), Marco Casucci (Lega) e Simone Tartaro (Pd). E le risposte degli interessati non sono mancate.

Indennità e rimborsi forfettari

I rimborsi oggetto del contendere rappresentano una parte dello stipendio dei Consiglieri: quella variabile della retribuzione. 

" A due mesi e mezzo dalla fine del lockdown - prosegue Galletti - una denuncia dei 5 Stelle scuote il Consiglio regionale: il caso esplode per gli 85 giorni in cui i consiglieri regionali hanno svolto le loro funzioni da casa. Abbiamo proposto a tutte le forze politiche del consiglio regionale toscano di rinunciare ai rimborsi chilometrici che ciascun consigliere regionale riceve mensilmente in busta paga, e versarli sul conto corrente aperto dalla Regione. Almeno quelli relativi al periodo in cui, come tutti i cittadini, saremmo restati a casa". 

La vicenda è balzata agli onori delle cronache oltre che per la denuncia di Galletti, anche per una situazione simile che si è verificata in Friuli, dove il procuratore generale della Corte dei Conti regionale ha deciso di approfondire la vicenda aprendo un fascicolo per danno erariale.

In Toscana le cifre sarebbero inferiori rispetto a quanto speso dalla Regione Friuli. Per i 41 consiglieri toscani che dal 26 febbraio al 14 maggio hanno preso parte ai lavori da remoto, sarebbero stati erogati circa  80 mila euro di rimborsi forfettari. In pratica la parte di ’indennità, che in realtà non riguarda solo gli spostamenti e che non è calcolata in base ai chilometri percorsi dai consiglieri, varia tra 1.100 e i 1.600 euro al mese. Il rimborso pieno era stato oggetto di delibera dell'ufficio di presidenza lo scorso marzo. 

Casucci e la donazione agli ospedali aretini

Di fronte alle accuse, il consigliere della Lega Marco Casucci ha preso posizione, scrivendo un post su Facebook: si dichiara sereno per aver fatto il suo dover e per aver donato una parte del suo stipendio agli ospedali aretini.

"Ho pensato per tutta la giornata se intervenire sul caso rimborsi. Ho deciso di farlo pensando alla mia famiglia e a Dona che mi è sempre vicina. Si sappia che già il 21 marzo provvedevo a fare una donazione di parte del mio stipendio agli ospedali di Arezzo e delle vallate. Faccio inoltre presente che in 5 anni ho fatto 320.000 km con due macchine, penso anche di più in treno. Sono sereno per aver fatto sempre il mio dovere e sono orgoglioso di essere nato in una famiglia dove il pane è sempre stato sudato!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti fra comuni, scuole, circoli ed estetiste. Cosa si può fare nella Toscana arancione

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento