Attualità

Rifiuti urbani. Ogni aretino ne produce più di 600 chili all'anno, il panorama provinciale

In media la produzione di rifiuti urbani in Toscana, nel 2018, si è attestata a 613 chilogrammi per abitante, mentre la raccolta differenziata raggiunge il 56,05% superando la media nazionale del 2017 (55,54%)

Il comune più virtuoso è Capolona che, con i suoi 421 chili per abitante, è il capoluogo della provincia che produce la quantità minore di rifiuti urbani.
E' l'Arrr, agenzia regionale recupero risorse, a fare i conti pro capite e stilare un dettagliato quadro di quello che è lo scenario a livello toscano e provinciale.

Differenziata: cresce la raccolta nella Toscana sud. Il primato di Civitella in Valdichiana

Differenziata: ecco chi la fa poco, chi male e chi ha imparato

In media la produzione di rifiuti urbani in Toscana, nel 2018, si è attestata a 613 chilogrammi per abitante, mentre la raccolta differenziata raggiunge il 56,05% superando la media nazionale del 2017 (55,54%).

Il dettaglio su Arezzo

Valtiberina: tra luci e ombre 

La raccolta differenziata in Toscana sta piano piano aumentando negli anni, forse anche grazie al tanto dibattere sul tema dell’economia circolare. I cittadini non sempre sono consapevoli del contributo che possono dare al processo di affermazione del nuovo modello economico, che da lineare sta cercando non senza difficoltà di trasformarsi in circolare. Uno dei modi, per implementare questo cambiamento, è legato alla modalità di gestione dei rifiuti, anche quelli urbani. La raccolta differenziata, infatti, rappresenta il primo passo per il riciclo, quindi quanto sarà più alta, tanto più i cittadini contribuiranno, con i loro comportamenti quotidiani, alla realizzazione e implementazione del modello economico circolare.

Casentino "pecora nera" della differenziata

Valdichiana regina del riciclo

Nello specifico guardando la regione dal punto di vista delle Ato, Ambito territoriale ottimale, emerge che la Ato Toscana Centro ha una produzione per abitante pari a 579 kg mentre la raccolta differenziata raggiunge il 60,61%, la Ato Toscana Costa 627 chili con la differenziata al 60,75% e la Ato Toscana Sud 619 chili con la raccolta differenziata al 41,92%

Il Valdarno supera il 40%

Per quello che concerne la provincia di Arezzo invece, Capolona ha la produzione più bassa di rifiuti con 421 chili per abitante, Chiusi della Verna, quella più alta, 918.

Differenziata: i dati di Sei Toscana

Solo due comuni superano il 65% di raccolta differenziata, quello con il migliore dato di raccolta differenziata è Civitella in Val di Chiana, 71,20%, seguito da Monte San Savino con il 70,50%. Supera il 65% anche Lucignano con il 68,14%.
Il comune capoluogo vede una produzione di rifiuti urbani di 618 chili pro capite con un complessivo di differenziata pari al 40,31%.

Il dizionario dei rifiuti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti urbani. Ogni aretino ne produce più di 600 chili all'anno, il panorama provinciale

ArezzoNotizie è in caricamento