Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità

Richiesta di rettifica, riceviamo e pubblichiamo

Riceviamo e pubblichiamo la richiesta di rettifica dall'avvocato Sara Quinti, a proposito dell'articolo “Cerco cameriera”, annunci sospetti in Casentino. Le Iene: “Occhio alle proposte hard” pubblicato su Arezzo Notizie lo scorso 10 maggio. Il...

Riceviamo e pubblichiamo la richiesta di rettifica dall'avvocato Sara Quinti, a proposito dell'articolo "Cerco cameriera", annunci sospetti in Casentino. Le Iene: "Occhio alle proposte hard" pubblicato su Arezzo Notizie lo scorso 10 maggio. Il legale puntualizza alcuni aspetti circa la posizione dell'assistito, che aveva diffuso in Rete alcuni annunci di lavoro e affitto.

Si rileva che, in riferimento al servizio mandato in onda da "Le Iene" su Italia 1 in data 7 maggio è in atto, sin da quando il programma ha effettuato il servizio e le registrazioni, un procedimento per falsità e/o erroneità delle informazioni riferite, attesa la presentazione delle denunce-querele, precisando che già in precedenza tale programma è stato diffidato dall'utilizzo delle immagini e della storia come da loro ricostruita, considerato la falsità della stessa, considerata inoltre la presunta collazione di immagini e documenti finalizzata allo scoop, travisando la verità dei fatti, con presunto utilizzo di immagini di altra epoca, riferendole al presente. A tale proposito vale precisare che la Redazione di "Le Iene", il sig. Andrea Agresti e la stessa Mediaset erano già stati diffidati dalla messa in onda e dall'utilizzo della presunta storia, prima della messa in onda di domenica scorsa; di tale circostanza, codeste Testate avrebbero dovuto essersi informate prima della pubblicazione sui Vs siti. Peraltro il nostro Assistito aveva immediatamente negato il consenso alla trasmissione delle immagini e alla diffusione della storia da parte di Mediaset, di "Le Iene" e del giornalista Agresti, anche tramite gli scriventi Legali, ragione per cui Vi invitiamo e diffidiamo all'immediata rimozione dal Web del Vs articolo, delle immagini e i video presenti sul Vs sito (anche tramite collegamento con link ad altro sito), da qualunque altra Vostra ulteriore pubblicazione e alla consegna di tutti i documenti riferibili al medesimo presso il menzionato Studio Legale. Com'è ovvio, Vi diffidiamo sin d'ora alla pubblicazione e/o all'utilizzo e/o alla trasmissione a terzi del nominativo del nostro Assistito, appreso dalla presente diffida, in quanto, si ribadisce, che il sig. XXX riferisce che i fatti riportati non corrispondano a verità, che è in corso indagine nelle opportune sedi ed arrecano un grave pregiudizio alla sua persona. In merito si aggiunge che negli annunci da Voi citati non si fa mai riferimento a ragazze o signore "singole", ma "Single", in quanto l'affitto è concesso a "una persona sola" e non a più di una, viste le dimensioni del locale; è erronea la lettura dell'annuncio attribuito al nostro assistito (singola vs single !); tale richiesta costituisce attività lecita e legittima, peraltro, com'è noto, per legge parte del compenso nel lavoro domestico può essere corrisposto con vitto e alloggio, quindi anche mediante la disponibilità di un appartamento. Da ultimo, alcun riferimento ad "eventi" vi è in tali annunci, e non per questo il nostro assistito deve essere dal Vostro Gruppo - pubblicizzato in prima pagina e capziosamente additato in modo contrario. Il nostro Assistito riferisce inoltre che non corrisponde neppure al vero che ad oggi sia stato offerto o richiesto rapporto sessuale in cambio di lavoro, di vitto-alloggio o di denaro, nè alcuna richiesta di indossare abiti "particolari". In ogni caso le immagini trasmesse di richiesta di sesso sono relative ad altra epoca e non agli annunci indicati da Voi e/o da Le Iene relativi all'epoca attuale. Ciò premesso Vi invitiamo e diffidiamo all'immediata rimozione del video e di qualsiasi altra immagine o presunta "inserzione" da Voi pubblicata sul Vs sito (anche tramite link) ed all'immediata rettifica del Vs articolo da effettuarsi entro domani. Ogni altro ulteriore utilizzo improprio del materiale riferibile al medesimo sarà perseguito nelle sedi giudiziarie competenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Richiesta di rettifica, riceviamo e pubblichiamo

ArezzoNotizie è in caricamento