rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

Scatta “RI-Creazione. Da oggetto a rifiuto e ritorno”: 4.500 studenti aretini coinvolti

Il progetto di educazione ambientale è promosso da Sei Toscana. Sono iniziate in questi giorni le lezioni che vedono coinvolti quasi 10mila studenti e più di 500 classi delle scuole di 70 Comuni dell’Ato Toscana Sud

Ha preso il via “RI-Creazione. Da oggetto a rifiuto e ritorno”, il progetto di educazione ambientale promosso da Sei Toscana. Sono iniziate in questi giorni le lezioni che vedono coinvolti quasi 10.000 studenti e più di 500 classi delle scuole di 70 Comuni dell’Ato Toscana Sud.

Vista la pandemia ancora in corso, le lezioni si stanno svolgendo sia in presenza in classe, sia da remoto, attraverso la piattaforma didattica www.ri-creazione.it, realizzata appositamente da Sei Toscana per dare così la possibilità anche alle classi in dad di partecipare al progetto secondo il calendario concordato.

“RI-Creazione” si rivolge agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado delle province di Arezzo, Grosseto, Siena e della Val di Cornia (provincia di Livorno) proponendo percorsi didattici su rifiuti e ciclo dei materiali per stimolare i ragazzi alle buone pratiche, a casa e a scuola.

L’offerta formativa si articola con sette percorsi tematici modulati secondo le diverse fasce d’età delle classi coinvolte: “Ogni cosa al suo posto, la natura non rifiuta” per gli studenti di I e II classe primaria; “Chi l’ha detto che non serve più” e “Il ciclo del riciclo” per III e IV primaria; “Meno è meglio”, “Da cosa rinasce cosa”, “RAEE e RUP... impariamo a conoscerli” e il nuovo percorso “Agenda 2030: gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile” rivolti ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado.

I comuni degli studenti che partecipano al progetto

Sono 70 i Comuni dell’Ato Toscana Sud che partecipano al progetto con i propri istituti scolastici.

PROVINCIA DI AREZZO: 4.510 studenti, 240 classi divise in 18 Comuni (Anghiari, Arezzo, Bucine, Castel Focognano, Castelfranco Piandiscò, Castiglion Fiorentino, Cavriglia, Civitella in Val Chiana, Cortona, Foiano della Chiana, Laterina Pergine Valdarno, Loro Ciuffenna, Lucignano, Montevarchi, San Giovanni Valdarno, Sansepolcro, Sestino e Terranuova Bracciolini).

PROVINCIA DI GROSSETO: 1.731 studenti, 112 classi divise in 21 Comuni (Arcidosso, Capalbio, Castell’Azzara, Castiglione della Pescaia, Cinigiano, Civitella Paganico, Follonica, Gavorrano, Grosseto, Magliano in Toscana, Massa Marittima, Monterotondo Marittimo, Orbetello, Pitigliano, Roccalbegna, Roccastrada, Santa Fiora, Scarlino, Seggiano, Semproniano e Sorano).

PROVINCIA DI LIVORNO (VAL DI CORNIA): 742 studenti, 37 classi divise in 4 Comuni (Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Piombino e Suvereto).

PROVINCIA DI SIENA: 2.195 studenti, 113 classi divise in 27 Comuni (Asciano, Castelnuovo Berardenga, Cetona, Chianciano Terme, Chiusdino, Chiusi, Colle di Val d’Elsa, Gaiole in Chianti, Montalcino, Monteriggioni, Monteroni d’Arbia, Monticiano, Murlo, Piancastagnaio, Pienza, Poggibonsi, Radicofani, Rapolano Terme, San Casciano dei Bagni, San Gimignano, San Quirico d’Orcia, Sarteano, Siena, Sinalunga, Sovicille, Torrita di Siena e Trequanda).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scatta “RI-Creazione. Da oggetto a rifiuto e ritorno”: 4.500 studenti aretini coinvolti

ArezzoNotizie è in caricamento