Rete della sanità privata aretina: l'accordo tra Centro Chirurgico e San Giuseppe Hospital

Un tempo in concorrenza adesso in collaborazione. Il Centro Chirurgico Toscano, nato dalla casa di cura Poggio del Sole ed il San Giuseppe Hospital hanno siglato un accordo che mette in rete la sanità privata aretina. Lo hanno presentato...

 

Un tempo in concorrenza adesso in collaborazione. Il Centro Chirurgico Toscano, nato dalla casa di cura Poggio del Sole ed il San Giuseppe Hospital hanno siglato un accordo che mette in rete la sanità privata aretina. Lo hanno presentato pubblicamente l'amministratore unico del CCT Stefano Tenti e Paolo Rosati direttore generale del San Giuseppe Hospital.

La neonata rete prende il nome di Sirt, Sanità in Rete Toscana, e per le due direzioni rappresenta solo un primo passo verso altre possibili forme di operatività sempre più stretta, da un lato per rispettare i criteri stringenti della Legge Balduzzi, dall'altro per mettere a disposizione del Servizio Sanitario Nazionale preziose risorse, migliori servizi ed anche in numero maggiore.

Come inizia questa collaborazione?

Le due società si uniscono in particolare per mettere in comune il know-how acquisito in tanti anni di lavoro, organizzando corsi di formazione non solo per il personale delle due cliniche, ma anche per tutti gli esterni che vorranno ampliare le proprie conoscenze. Tutto ciò con il grande obiettivo di migliorare il servizio per i pazienti che ormai vengono da ogni regione d’Italia. Sommando i ricoveri delle due strutture infatti si superano i 13.000 interventi annui dei quali oltre l’80% appunto provenienti da altre regioni italiane, e questo significa una ricaduta economica importante sul territorio della nostra città. Basti pensare che ogni anno per circa 30.000 notti gli alberghi e i ristoranti lavorano con persone che vengono a curarsi ad Arezzo . Questa joint venture fotografa due aziende che insieme contano 500 persone, che stabilmente lavorano per il Centro Chirurgico Toscano e San Giuseppe Hospital.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento