Reddito di cittadinanza, via alle domande: alle Poste solo in ordine alfabetico. Requisiti e tempi di attesa

Ad Arezzo, stando ai dati rilevati in una recente inchiesta del Sole  24 Ore, è stato stimato che l'assegno arriverà in una famiglia su 13.

Turni, ordine alfabetico, vigilanza: è arrivato il giorno "x", quello in cui i cittadini potranno inoltrare le domande per richiedere il reddito di cittadinanza. Ad Arezzo, stando ai dati rilevati in una recente inchiesta del Sole  24 Ore, è stato stimato che l'assegno arriverà in una famiglia su 13.  Ma anche qui, per questo primo giorno, sono attese code e c'è il timore che ci sia il caos. 

Già da fine febbraio nelle filiali cittadine di Poste Italiane è stato affisso un cartello: 

"Per una migliore gestione delle richieste del reddito di cittadinanza vi invitiamo a presentare le domande in funzione del congnome dei richiedenti".

E questa mattina è il turno di chi ha il cognome  che inizia con le lettere A e B. 

I requisiti

I requisiti riguardano la cittadinanza (molti clochard aretini potrebbero essere esclusi visto che è è necessario essere cittadino italiano o europeo e risiedere in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa), l'Isee (inferiore a 9.360 euro annui), patrimonio immobiliare (fatta eccezione per la casa, deve essere inferiore a 30 mila euro), patrimonio finanziario (non superiore a 6mila euro), reddito familiare (avere un reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui moltiplicato per la scala di equivalenza. La soglia del reddito è elevata a 9.360 euro nei casi in cui il nucleo familiare risieda in una abitazione in affitto)

IL VIDEO Tutti i dettaglio sui criteri di ammissione

Le tappe

La domanda può essere presentata online sul sito appositamente creato per comunicare i contenuti del provvedimento, presso tutti gli uffici postali e presso i CAF. Fino al 31 marzo ci sarà tempo per richiedere il contributo che sarà erogato ad aprile. Poi il 6 aprile si "aprirà" una nuova finestra per chi non ha ancora fatto richiesta. 

Una volta presentata la richiesta "l'Inps, si legge sul sito, verificherà i requisiti. In seguito, sarà comunicato quando e in quale ufficio postale potrà essere ritirata la carta del reddito di cittadinanza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A questo punto, la fase conclusiva: in funzione dei requisiti posseduti, il richiedente sarà convocato dai Centri per l'impiego per sottoscrivere un "patto per il lavoro" o dai Comuni per sottoscrivere un "patto per l'inclusione sociale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento