Mercoledì, 17 Luglio 2024
Attualità

I droni aretini sul cielo del colossal Red Notice. Il film di The Rock al vertice della classifica Netflix

La scena iniziale e quella di chiusura del film sono siglate da David Mariottini che con la sua azienda, Drone Arezzo, ha partecipato alle riprese della pellicola

Era la pellicola più attesa dell'anno e non appena uscita è salita sulla vetta della classifica dei più visti di Netflix. Il colossal più costoso sul quale abbia mai investito la piattaforma streaming statunitense, Red Notice, che ha per protagonista Dwayne Johnson "The Rock", ha anche una firma aretina. Quella di David Mariottini, che con i suoi droni ha siglato la scena iniziale - quella girata a Castel Sant'Angelo - e quella finale, realizzata nella bellissima Sardegna.

"Sono appena rientrato dall'Inghilterra - racconta Mariottini - dove ho lavorato per una pellicola di James Cameron e non sono ancora riuscito a vedere tutto il film. Ma sono molto contento, perché è stata davvero un'esperienza lavorativa importante". 

Il film

Il film, molto atteso dagli appassionati del genere, unisce la suspense all'azione, il mistero all'ironia, non senza colpi di scena ed effetti speciali mozzafiato. 

Due ispettori, uno dell'Fbi (The Rock) e l'altra dell'Interpol, danno la caccia ad un inafferrabile ladro di gioielli. Arrivano a un passo dall'arrestarlo tra le sale di Castel Sant'Angelo a Roma. Il ladro vuole impadronirsi di tre preziosissime e inestimabili uova d'oro che Marco Aurelio avrebbe donato a Cleopatra e che un miliardario egiziano è disposto a comprare, a carissimo prezzo, come dono di nozze per la figlia.  Sulla loro strada, incontrano una seconda ladra (Gal Gadot) all'opera che inganna gli investigatori e gli fa credere che The Rock sia in realtà un ladro a sua volta. Ispettore e ladro finiscono in carcere insieme. La trama si dipana tra inseguimenti mozzafiato nei cinque continenti, con un finale ovviamente sorprendente. 

red notice-2

La realizzazione

"Abbiamo lavorato con la produzione nel novembre 2020 - racconta Mariottini - in piena pandemia. Ricordo che prima del ciak mi ero chiuso in casa, per evitare il rischio di contrarre il Covid. Non potevamo perdere un'occasione di lavoro di quel tipo. Abbiamo girato scene per circa 8 giorni tra Roma e la Sardegna. Insieme a noi ha girato scene con droni racing un ragazzo americano".

Drone Arezzo sul set di Red Notice

Il regista Rawson Marshall Thurber a Roma aveva chiesto espressamente dell'azienda aretina per girare scene con ottiche anamorfiche Panavision. "Si tratta - aveva spiegato Mariottini ad Arezzo Notizie - di veri e propri pezzi unici, non più in vendita. Fatte a mano, queste ottiche hanno un valore inestimabile. Per noi è stato un carico di responsabilità davvero grande, che ci ha regalato delle fortissime emozioni".  

Ed emozionanti sono state le scene che poi il grande pubblico ha iniziato a vedere dal 12 novembre. 

I droni aretini sui set più ambiti 

Intanto l'azienda aretina continua a lavorare nei set più ambiti. Nei giorni scorsi era in Inghilterra per girare alcune scene del prossimo film di James Cameron. Una pellicola che li ha portato in Islanda e che li vedrà impegnati nei prossimi mesi anche all'interno delle grotte di Frasassi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I droni aretini sul cielo del colossal Red Notice. Il film di The Rock al vertice della classifica Netflix
ArezzoNotizie è in caricamento