Cinque giorni, mille chilometri percorsi e decine di volontari. La Racchetta Arezzo in missione in Garfagnana

La Racchetta di Arezzo, insieme alle altre sezioni provenienti da tutta la Toscana, ha provveduto a inviare personale e mezzi per fronteggiare le varie criticità sui territori colpiti dall'emergenza

Una settimana intensa e difficile quella vissuta dalla sezione aretina de La Racchetta che si è impegnata in prima persona nell'emergenza neve verificatasi nelle zone dell'Appennino tosco-emiliano e in particolar modo in Garfagnana e all'Abetone. Qui, come noto, i cumuli di neve hanno superato i 2 metri di altezza arrecando notevoli disagi alla popolazione del posto e la Regione Toscana ha attivato la colonna mobile di Protezione Civile per portare soccorso a residenti e attività produttive e commerciali. La Racchetta di Arezzo, insieme alle altre sezioni provenienti da tutta la Toscana, ha provveduto a inviare personale e mezzi per fronteggiare le varie criticità sui territori colpiti da questa emergenza.

"In particolar modo - spiegano i volontari - da mercoledì 6 fino a venerdì 8 gennaio siamo stati impiegati sul comune di Abetone Cutigliano con 4 volontari ed un mezzo spargisale. Oltre alla rimozione manuale e la creazione di “trincee” nella neve per arrivare alle abitazioni, il nostro lavoro è stato anche quello di rimuovere e segare la notevole quantità di piante e rami caduti per il peso della neve. La notte, al fianco degli spargisale locali e provinciali, abbiamo provveduto alla salatura di alcuni tratti di strada stretti che portano a delle località limitrofe all’abitato dell’Abetone.

Una seconda squadra invece, è partita alla volta della Garfagnana nel weekend tra il sabato 9 e domenica 10, con 4 volontari ed un mezzo. Le attività da svolgere erano analoghe a quelle che hanno colpito l’Abetone, in particolar modo abbiamo dato il nostro prezioso contributo per risolvere varie criticità nel comune di Pescaglia (Lucca) fra cui la spalatura e la rimozione della neve dai vicoli dei centri storici cittadini e da alcuni complessi scolastici, in fine la riapertura della viabilità in alcune strade, occluse dalla caduta di alcune piante. 5 giorni di missione, l’alternarsi di 10 volontari, oltre 1000 chilometri percorsi e l’invio di specifici mezzi diversi, fra cui uno dotato di spargisale. Oltre alle ultime nevicate che proprio ieri hanno nuovamente interessato le medesime località, sembrerebbe che la situazione stia lentamente tornando alla normalità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Arrivati i nuovi vaccini Covid: ecco chi può accedere e come prenotarsi. Arezzo al top per somministrazioni

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento