rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Successo per l'iniziativa "Quelle inaccettabili morti" in Provincia di Arezzo

Il convegno è stato organizzato dalla Fondazione Arezzo Innovazione, in collaborazione con il Consiglio provinciale per le Pari Opportunità e con la consulenza giuridica di Mauro Mancini Proietti

Ieri 12 maggio si è tenuta in sala dei Grandi della Provincia di Arezzo la conferenza: “Quelle inaccettabili morti di una guerra mai dichiarata. Femminicidio e violenza di genere – Strumenti di tutela ed informazione". L’iniziativa fortemente voluta dalla Presidente Silvia Chiassai Martini, nominata di recente nella Cabina Nazionale di Regia del Dipartimento delle Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stata organizzata dalla Consigliera provinciale con delega alle Pari opportunità Cinzia Santoni.

Il convegno è stato organizzato dalla Fondazione Arezzo Innovazione, in collaborazione con il consiglio provinciale per le pari opportunità e con la consulenza giuridica di Mauro Mancini Proietti. Il convegno è il terzo evento organizzato dalla Fondazione Arezzo Innovazione sulla tematica della violenza sulle donne e della sensibilizzazione e promozione della parità di genere; l’evento segue la conferenza del giugno 2021, dal titolo: “Maltrattamenti fra le mura domestiche. Quali le possibili tutele. Disciplina del cosiddetto codice rosso” e quella di ottobre 2021, dal titolo: “Crisi afghana e multiculturalismo religioso: l’Islam e l’Occidente”, tenutesi sempre presso la Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo.

L’iniziativa è stata fortemente appoggiata dalla presidente Silvia Chiassai Martini, nominata di recente nella cabina nazionale di regia del dipartimento delle Pari Opportunità presso la presidenza del consiglio dei ministri. Numerose le autorità presenti: il prefetto di Arezzo, Maddalena De Luca, il nuovo questore Maria Luisa di Lorenzo ed il comandante provinciale dei carabinieri Vincenzo Franzese. Sono Intervenuti all’iniziativa autorevoli relatori: Manfredi Potenti della 2° Commissione Giustizia della Camera dei Deputati che ha parlato di alcune proposte normative inerenti la disciplina del codice rosso; Marco Dioni, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo e l’avvocata Antonella Calussi che hanno esaminato le fattispecie più ricorrenti in materia; infine la giornalista e scrittrice Sara Lucaroni che ha illustrato la situazione delle donne negli scenari di guerra in Afghanistan, prima, e in Ucraina. E’ stata effettuata una ricognizione sulla violenza in generale e di genere in base alla pubblicazione, sulla rivista giuridica di Polizia, di un articolo scientifico di Mauro Mancini Proietti, membro dello staff di presidenza della Provincia, docente universitario e già Vice Questore della Polizia di Stato. Moderatrice dell’evento è stata la giornalista Giovanna Romano, presidente gruppo stampa autonomo di Siena. L’evento accreditato presso l’Ordine degli Avvocati di Arezzo e presso l’Ordine Nazionale dei Giornalisti ha registrato numerose adesioni con la Sala dei Grandi gremita in ogni ordine di posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Successo per l'iniziativa "Quelle inaccettabili morti" in Provincia di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento