menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna Puliamo il Mondo, edizione "speciale" lungo l’Arno. A piedi e in kajak per la maxi pulizia

Una task force di associazioni, insieme a Legambiente, Consorzio 2 Alto Valdarno, Comune di Arezzo e Sei Toscana, ripulirà le sponde e le acque del fiume dai rifiuti

Il 26 settembre torna l’appuntamento con Puliamo il Mondo, la campagna nazionale di Legambiente che ogni anno coinvolge migliaia di volontari in tutta Italia, pronti a ripulire dai rifiuti le città, i fiumi e le spiagge. E al fiume Arno è dedicata l’edizione “straordinaria” di quest’anno.

La voglia di rimboccarsi le maniche e di fare azioni concrete per salvare l’ambiente dall’incuria e soprattutto dalla maleducazione di molte persone si fa ancora più forte in tempi così critici e difficili. 

Azioni di cittadinanza attiva, come quella di Puliamo il Mondo, possono rappresentare un obiettivo da raggiungere per aiutare l’Italia in questo lento ritorno alla normalità rafforzando al tempo stesso il senso di comunità e socialità preservando l’ambiente che ci circonda, fondamentale per il nostro benessere.

Ed è lo stesso obiettivo che si pone il Consorzio 2 Alto Valdarno convinto sostenitore della campagna “Fiumi puliti” voluta dalla Regione Toscana e portata avanti sul territorio da tante associazioni con il supporto dei comuni.

L’edizione 2020 di Puliamo il Mondo riparte esattamente da dove il lock down ha interrotto a marzo le operazioni di pulizia del fiume programmate dal CB2 con le associazioni del territorio. 
A questo nuovo appello sono tornati a rispondere tutti con rinnovato entusiasmo sommato a una grande voglia di reagire e di occuparsi delle cose che veramente contano: una volontà che sicuramente farà la differenza e consentirà di migliorare l’aspetto di un territorio ricchissimo di tesori naturali e culturali, che viene salvaguardato e promosso proprio  grazie al  prezioso contributo di tutte le associazioni e i soggetti che operano su di esso. 

Con la collaborazione del Comune di Arezzo e Sei Toscana per la parte logistica, il supporto del Consorzio 2 Alto Valdarno e una  ricchissima presenza di associazioni: Scout Cngei Borghi d’Arno, La Racchetta, Green Heron, Rondine Cittadella della Pace, Protezione Civile Castiglion Fibocchi, Puliamo Insieme di Civitella Val di Chiana, Cric,  Libera Mente APS, Pro Loco Castelluccio APS, ASD Castelluccio, Associazione culturale Campus Leonis formeremo una vera e propria task force di cittadini. Tutti insieme per ripulire un piccolo gioiello su cui di recente sono tornati ad accendersi i riflettori con bellissimi progetti di rilancio ecoturistico e ambientale.

L’evento clou  per la provincia di Arezzo si terrà sabato 26 settembre dalle ore 15.00 alle 18.00. Molti sono i punti di ritrovo da cui i volontari e le associazioni, adeguatamente distanziati, partiranno con guanti, palette e sacchetti: Ponte Buriano, Giovi, Castelluccio, Rondine, Monte Sopra Rondine, Pieve a Maiano. Via terra per seguire a piedi il percorso assegnato e sull’acqua, con l’aiuto dei kajak che percorreranno il fiume. Sono previste anche attività di “Park litter”, indagini sulla quantità e tipologia dei rifiuti abbandonati nell’ambiente.

Tutte le associazioni coinvolte per l’organizzazione di Puliamo il mondo e le attività di pulizia, rispetteranno le misure di sicurezza e di distanziamento previste per il Covid19. In ogni punto di partenza ai partecipanti sarà consegnato un apposito kit che, quest’anno, comprenderà anche il codice di comportamento anti-Covid19.

Coloro che vogliono partecipare all’evento devono prenotarsi al numero 328 0686592 e portare con sé guanti robusti personali per la raccolta dei rifiuti. La mascherina è obbligatoria. Non è possibile partecipare senza prenotazione.

Al termine dell’iniziativa i sacchetti raccolti verranno raccolti dall’apposito servizio, messo a disposizione dal Comune di Arezzo in collaborazione con Sei Toscana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento