Attualità

Provincia, la replica dei gruppi di maggioranza a Chiassai: "Bilancio in equilibrio finanziario"

“Quello della Provincia di Arezzo è un bilancio in equilibrio finanziario, e saranno i fatti a dimostrarlo”. I consiglieri provinciali dei gruppi “Centro Sinistra per Arezzo” e "Progetto Civico" replicano così alle dichiarazioni di Silvia Chiassai...

provincia-arezzo-palazzo

"Quello della Provincia di Arezzo è un bilancio in equilibrio finanziario, e saranno i fatti a dimostrarlo". I consiglieri provinciali dei gruppi "Centro Sinistra per Arezzo" e "Progetto Civico" replicano così alle dichiarazioni di Silvia Chiassai, Sindaco di Montevarchi e consigliere provinciale, che ha espresso la sua preoccupazione per la situazione dell'Ente. "Non si possono confondere due piani, quello nazionale che ci vede a dover far fronte a una situazione oggettivamente insostenibile a causa del cumulo dei tanti provvedimenti presi dai vari Governi a partire dal 2010 con il decreto Salva Italia del Governo Monti, e quello locale nel quale, pur navigando tra queste difficoltà oggettive, siamo riusciti a portare in approvazione un bilancio che mantiene sia gli equilibri di bilancio corrente che quelli in conto capitale - prosegue la nota dei gruppi di maggioranza. Nessuno di noi nasconde che a livello nazionale si possa e si debba trovare una soluzione alla situazione delle Province, e per questo come Amministrazione abbiamo sempre partecipato a tutte le mobilitazioni promosse dall'Upi, ma non per questo abbiamo rinunciato al nostro compito di gestire al meglio le poche risorse che abbiamo per garantire almeno un livello minimo di servizi ai cittadini. Il motivo che ci ha spinto a varare una manovra con queste caratteristiche, come ha spiegato il Presidente Vasai nella sua relazione, è proprio quello di mantenere il livello essenziale dell'attività, visto che le competenze che sono rimaste alle Province sono poche, ma significative come la gestione di scuole superiori e strade. Ci sembra invece che il Sindaco Chiassai alzi soltanto un gran polverone, mischiando i due piani e facendo osservazioni che non rispondono al vero, quali quella di un presunto aumento delle tasse, quando invece sono aumentate solo le previsioni di introito grazie ai primi effetti della ripresa economica in atto, e le entrate derivate da alienazioni di immobili, il cui aumento è dovuto al fatto che in queste settimane si sono manifestate concrete possibilità per la loro cessione. Per quanto riguarda poi i rilievi della Corte dei Conti sul bilancio 2014, il Ragioniere Capo ha già spiegato in consiglio provinciale che si tratta di un mero errore di calcolo, dovuto al software di gestione, e che parliamo di una cifra di circa 75.000 euro su un bilancio di svariati milioni. Come consiglieri provinciali ci prendiamo con assoluta convinzione la responsabilità di votare questo bilancio nonostante il parere negativo del Revisori, certi che in sede di consuntivo i numeri daranno ragione ai nostri uffici che li hanno elaborati con la consueta serietà e professionalità, e siamo soddisfatti del fatto che anche in Assemblea dei Sindaci questa posizione abbia riscontrato il favore di 29 dei 32 Comuni presenti. Eravamo e siamo convinti che le nuove Province, al di là delle necessarie correzioni che consentano di poter contare su risorse in maniera strutturale e non improvvisata, debbano essere uno strumento al servizio dei Comuni e che anche il consiglio provinciale non debba essere una tribuna per teatrini politici più o meno riusciti ma un luogo di confronto tra amministratori, senza bisogno di ricorrere a guerre di comunicati stampa che non ci paiono fare un gran servizio a quegli interessi dei cittadini ai quali, spesso a sproposito, si fa riferimento", conclude la nota dei gruppi "Centro Sinistra per Arezzo" e "progetto Civico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, la replica dei gruppi di maggioranza a Chiassai: "Bilancio in equilibrio finanziario"

ArezzoNotizie è in caricamento