menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Provincia il giuramento di trenta guardie venatorie volontarie

Servizi di vigilanza coordinati dalla Polizia Provinciale. Gli auguri della presidente Chiassai Martini

Si è svolto il 20 giugno nella Sala dei Grandi del palazzo della Provincia di Arezzo, la cerimonia di giuramento di trenta guardie giurate venatorie volontarie. Presenti il consigliere provinciale con delega alla legalità e alla Polizia Provinciale Ezio Lucacci e il comandante della Polizia Provinciale Piero Pedone. Il consigliere Lucacci ha rivolto un saluto alle nuove guardie giurate, sottolineando l’importanza del servizio da loro svolto a livello volontario in ambito venatorio e ittico, dando un valido supporto nell’attività di vigilanza nell’intero territorio provinciale.

Un’attività che nasce da un lungo percorso, dato che per ottenere il decreto di guardia giurata, gli aspiranti sono tenuti a seguire degli appositi corsi organizzati dalle loro associazioni di riferimento, per poi sostenere un esame regionale. La Provincia dopo gli accertamenti di rito, verificando anche l’integrità morale dei soggetti aspiranti, adotta il decreto definitivo abilitandoli per questa attività. I servizi di vigilanza sono coordinati dalla Polizia Provinciale che, in accordo con le associazioni venatorie, ittiche e ambientaliste, redige un calendario di interventi. Le associazioni trasmettono poi alla Polizia Provinciale gli interventi realizzati.

Alle nuove guardie giurate venatorie sono arrivati gli auguri di buon lavoro da parte della presidente della Provincia Silvia Chiassai Martini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento