Attualità Pratacci / Via Fratelli Lebole

Cittadella della mountain bike a Pratacci: ecco il progetto tra pump track, trial, jump e cross country

Pubblicato il bando per la gestione, scadenza alla fine di aprile

Una cittadella della mountain bike in Fratelli Lebole. Del progetto si parla da mesi, nelle scorse settimane è stato pubblicato un bando, con  scadenza il 30 aprile 2019, per la gestione delle attività. Chi si aggiudicherà la gara dovrà garantire investimenti per 50mila euro e un piccolo canone annuale (500 euro) al Comune: durata della concessione tra i 5 e i 15 anni.

Il progetto tra 4 discipline

La porzione interessata dal progetto è quella tra via Fratelli Rosselli e via Fratelli Lebole, in zona Pratacci. Le foto sono tutte comprese nella relazione tecnica descrittiva del Comune di Arezzo.

Il nuovo impianto sportivo - si legge nel progetto - sarà destinato alla  pratica del Pump Track, del Cross  Country, del Trial, del Jump e discipline similari  tramite l’utilizzo della mountain bike.

mtb-1-progetto-2

La parte del Pump track

Un pump track è un percorso costruito su un terreno pianeggiante e costituito da  dossi,  compressioni  e  paraboliche.  I  pumptrack  sono accessibili ad ogni tipo di mountain bike e inoltre in queste installazioni il rischio di  infortuni  è  basso,  se  si  rispettano  le  raccomandazioni  di  base,  migliorando  tecnica,  coordinazione,  equilibrio  e  forza.  Questo  allenamento  rende  più  sicuri  e  prepara  nel  migliore dei modi ad affrontare il traffico stradale. Il  percorso  può  essere  realizzato  tramite  dossi  artificiali  in  terra  battura  oppure  tramite  struttura prefabbricata e montata in loco. La struttura è interamente costituita da moduli di  legno o materiali plastici (struttura) e acciaio (viteria), con possibilità di essere trasportata  facilmente  ed  assemblabile  in  diverse  configurazioni;  inoltre  le  superfici  devono  essere  trattate per essere utilizzate in esterno. La pista dovrà essere costruita a regola d’arte, seguendo le indicazioni di esperti e con la consulenza tecnica della Fci secondo il rispetto delle normative Coni.

Le porzioni tra Cross Country, Trial e Jump

Le altre porzioni della struttura saranno destinate altre tre discipline:

Il  Cross  Country è  la disciplina della Mtb competitivamente più popolare: l’unica compresa nel programma delle Olimpiadi. Dal punto di vista  delle competizioni la MTB Cross-Country è una gara tra corridori che si tiene in un circuito artificiale ad anello appositamente tracciato, di una lunghezza variabile.

mtb-2-cross-country-2

Il Trial realizzato tramite la Mtb prevede il salto e il percorso di alcuni ostacoli naturali  posizionati  a  terra  come  tronchi  di  albero,  massi  di  grandi  dimensioni  e  altri  elementi  artificiali che devono essere percorsi o scavalcati tramite l’equilibrio sui pedali e la forza  fisica più che la pedalata.

mtb-3-trial-2

Il Jump infine è un percorso di breve durata realizzato tramite strutture prefabbricate o cunette di  terra battuta  che  permettono di realizzare veri e propri salti con la Mtb sfruttando la velocità e la forza fisica.

mtb-4-jump-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella della mountain bike a Pratacci: ecco il progetto tra pump track, trial, jump e cross country

ArezzoNotizie è in caricamento