“Salva la Goccia”, il progetto per il recupero dell’acqua piovana domestica

A Loro Ciuffenna l'avvio del progetto, il sindaco Moreno Botti: "L'idea è quella di fornire un primo lotto di 25 cisterne di raccolta da giardino, ad altrettante famiglie che ne facciano richiesta"

I cambiamenti climatici portano con sé l’assoluta necessità di imparare a non sprecare l’acqua, perché ve ne sarà sempre meno e sarà sempre più costosa. A Loro Ciuffenna, hanno avviato un progetto per l’estate volto ad incentivare il recupero di quella piovana, ad oggi raccolta dai sistemi di raccolta dei tetti e dispersa nelle fognature senza riutilizzo alcuno. Sarà un progetto che avrà anche un suo logo ed un suo slogan.

Sarà un progetto destinato a chiunque abbia un tetto di raccolta acque piovane, quindi sia privati, sia aziende – dice il sindaco Moreno Botti – la cui attuazione sarà molto semplice, ma di una importanza vitale in questi periodi climatici”. 

Come funzionerà nel dettaglio?  “L’idea – prosegue il sindaco Botti – è quella di fornire un primo lotto di 25 cisterne di raccolta da giardino, ad altrettante famiglie che ne facciano richiesta. I requisiti sono semplici: non disporre di un pozzo proprio, ma avere solo l’allaccio all’acquedotto, ed accettare di sanificare l’acqua in continuazione per evitare la nascita di zanzare”.   

I benefici attesi? “Molteplici: innanzitutto far risparmiare acqua costosa a chi la usa per il proprio orto o il proprio giardino; poter continuare ad innaffiare anche in estate quando sono in corso gli effetti dell’ordinanza estiva sul divieto d’uso di acqua per scopi diversi da quelli potabili; abituarci tutti al riuso. Infine costituirà una delle norme cardine del nuovo regolamento urbanistico. Ogni nuova edificazione dovrà essere condizionata alla presenza di sistemi di recupero d’acqua piovana” .

 I costi per il cittadino?  “Un contributo pari al 30% del valore della cisterna ed il costo di alcune confezioni di larvicidi anti zanzareConsiderando che si userà meno acqua a pagamento dell’acquedotto il rientro economico si può considerare quasi immediato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento