rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Attualità

Ecco i progetti che hanno vinto il bando delle politiche giovanili. Tutte le risorse assegnate

L'assessore Federico Scapecchi presenta la tranche estiva del bando giovani e i relativi progetti

Presentati dall’assessore alle politiche giovanili Federico Scapecchi e dai rappresentanti delle rispettive associazioni i primi tre progetti vincitori del bando per le attività ludiche, sportive e culturali rivolte ai giovani per l’anno 2022. Si tratta degli eventi proposti dall’Associazione Castelsecco, da Arezzo che Spacca è da UISP comitato territoriale di Arezzo.

“È la tranche ‘estiva’ del bando che in totale destina 45mila euro ai progetti dedicati ai giovani. Si tratta di un ammontare di risorse più che raddoppiato rispetto a due anni fa, aumentato del 50% rispetto al 2021 e più che quadruplicato rispetto all’analogo bando dell’ultima giunta di centrosinistra. A testimonianza del fatto che c’è chi parla e c’è chi agisce. Di questo totale, questa prima fase impegna 30mila euro per 15 progetti in ambito sportivo, artistico, musicale, educativo, che da giugno a settembre daranno vita ad altrettanti eventi - ha spiegato l’assessore alle politiche giovanili Federico Scapecchi. Una conferma decisa della vitalità delle realtà associative locali e dell’attenzione che l’amministrazione riserva loro finanziandone la creatività e la progettualità. Oggi presentiamo i primi tre classificati, si quali saranno destinati rispettivamente 5.000, 4.000 e 3.000 euro, ma a tutti i 15 selezionati destinatari di contributo va il nostro plauso e ringraziamento per il ruolo fondamentale che giocano nella valorizzazione del mondo giovanile”.

Sono “Gli incontri di Castelsecco”, “Malpighi Festival”, “I fantastici 4”, i primi tre progetti in classifica. “Il nostro progetto si presenta in modo articolato e vuole andare oltre le tradizionali serate – ha detto Mario Bruni, Associazione Castelsecco. A partire dal 7 giugno fino al 26 settembre proporremo momenti di incontro per quanti desiderano collaborare a eventi in ambito sociale e culturale, con particolare attenzione alle tematiche giovanili. Per questo abbiamo pensato di coinvolgere nelle nostre iniziative il maggior numero di soggetti, presenti e operanti nei settori artistico, sportivo, formativo, ambientale e solidaristico. Se è vero che il nostro scopo sociale rimane quello di favorire la conoscenza del parco archeologico di Castelsecco, e di conseguenza una sua futura completa valorizzazione, pensiamo tuttavia che ampliare la rete delle collaborazioni e diversificare i contenuti delle iniziative, possa stimolare ulteriori sensibilità e orientarle verso lo stesso scopo”.

“Malpighi Festival, dal 15 giugno al 24 luglio, è una rassegna che ha come obiettivo principale quello di avvicinare i giovani alla vita sociale e culturale, fornendo loro gli stimoli per riattivarsi anche mentalmente dopo la pausa obbligata dalla pandemia, creando, oltre a un’offerta culturale e formativa, anche la possibilità di renderli protagonisti attivi e ideatori del Festival - ha spiegato Francesco Checcacci, Arezzo che Spacca. Il progetto prevede una prima parte con un corso di formazione sulla realizzazione di un festival e una seconda nella quale si svolgerà invece proprio il Malpighi Festival, in cui i giovani potranno mettere in pratica quanto imparato nei corsi del mese precedente. Molti gli ospiti e molte le attività, tra le quali corsi intensivi di fotografia, comicità e fumetto, svolti da professionisti ampiamente affermati nel territorio nazionale”.

“Il progetto ‘I fantastici 4 – i giovani dei 4 Quartieri per i loro quartieri’ è stato pensato e scritto a dieci mani tra noi e i presidenti dei comitati giovanili dei quartieri e si articola in 5 aree tematiche: lotta alle discriminazioni, identità storica e culturale della città di Arezzo, promozione della cultura sportiva e del fair play, tutela ambientale, pulizia e decoro, turismo sostenibile - ha spiegato Marisa Vagnetti della UISP. L’obiettivo è quello di mettere al centro i giovani, coinvolgendoli nell’ideazione e organizzazione dei vari eventi, soprattutto investirli della responsabilità non solo di farsi portavoce di problematiche che li riguardano in prima persona tutti i giorni ma anche delle soluzioni adottabili per risolverle o quanto meno contrastarle. Un programma iniziato a maggio e che proseguirà fino a settembre, che si propone di avvicinare quanti più giovaSchermata 2022-06-09 alle 15.30.02ni possibili alla pratica delle attività sportive e alla nostra tradizione storica, quale è la Giostra del Saracino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco i progetti che hanno vinto il bando delle politiche giovanili. Tutte le risorse assegnate

ArezzoNotizie è in caricamento