Progetti di Paesaggio, ok della giunta per Pratomagno e Isola di Capraia

I progetti sono stati classificati come atti ‘urgenti ed indifferibili’ per la necessità di rilanciare territori che corrono il rischio di esser soggetti a degrado economico o alla perdita della propria identità culturale ed identitaria

Adottati dalla giunta regionale toscana nel corso della sua ultima seduta due dei sette progetti di paesaggio presentati dai territori della Toscana. Si tratta de “I territori del Pratomagno” e del progetto “Isola di Capraia”, varati nell’ambito delle nuove possibilità offerte dalla legge regionale 65/2014 per valorizzare le peculiarità dei territori e trasformarle in volani di recupero e sviluppo.

'Territori del Pratomagno' nasce a seguito di un Protocollo d'intesa del 2018 tra la Regione Toscana e l’Unione dei Comuni del Pratomagno, l’Unione dei Comuni montani del Casentino, i Comuni di Loro Ciuffenna (capofila), Terranova Bracciolini, Castelfranco, Pian di Scò, Castiglion Fibocchi, Reggello, Pelago, Montemignaio, Castel San Niccolò, Poppi, Ortignano Raggiolo, Castel Focognano e Talla. La Toscana ha assegnato un contributo di 100.000 euro per lo studio di fattibilità di un progetto finalizzato a valorizzare le risorse locali del Pratomagno ed in particolare la selvicoltura, la filiera del legno, le attività agricole ed artigianali, il sistema dell'accoglienza diffusa e dell'allevamento tradizionale, oltre a promuovere momenti di sensibilizzazione sui temi del paesaggio.

'Isola di Capraia', invece, nasce nel 2018 a seguito di un Protocollo di Intesa tra la Regione Toscana, la Provincia di Livorno, il Comune di Capraia Isola, l’Ente Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano  e il Consiglio Nazionale delle Ricerche – IBIMET Firenze. E’ stato approvato un contributo di 40.000 euro per lo studio di fattibilità di un progetto che mira a qualificare e valorizzare gli aspetti paesaggistici e le risorse peculiari dell'Arcipelago toscano ed in particolare delle aree e degli edifici dismessi della ex colonia penale.

I progetti sono stati classificati come atti ‘urgenti ed indifferibili’ per la necessità di rilanciare territori che corrono il rischio di esser soggetti a degrado economico o alla perdita della propria identità culturale ed identitaria. A seguito del pronunciamento della Giunta regionale, la presente proposta passa al Consiglio regionale per il pronunciamento dell’aula. Altri progetti di paesaggio presentati dai territori della Toscana riguardano la Val Di Chiana (Leopoldine), la Val d'Orcia, il Mugello, la Val di Cecina, la Lunigiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento