menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Urbanistica, assegnati 4 milioni per la rigenerazione urbana: progetti ad Anghiari, Sansepolcro e Pratovecchio

Approvato il co-finanziamento dalla Regione Toscana: tutti i comuni coinvolti. I progetti aretini

Assegnate le risorse del bando per il co-finanziamento di interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne della Toscana. Il bando, dal valore di 4 milioni, era stato pubblicato lo scorso 3 aprile in attuazione della legge regionale sul governo del territorio. In tutto sono state 58 le richieste giunte da 49 Comuni (su 118 enti aventi diritto perché situati in aree classificate come 'interne').

"L'alto numero di proposte progettuali avanzate testimonia l'importanza di questi interventi - spiega l'assessore regionale al governo del territorio Vincenzo Ceccarelli - e il desiderio di riqualificare le aree urbane delle amministrazioni comunali, anche di quelle piccole e situate in aree ritenute più 'deboli'. Sono molto soddisfatto della risposta del territorio a questa iniziativa e farò il possibile per ripeterla anche nel 2020. La rigenerazione urbana è essenziale nell'ottica del consumo zero di nuovo territorio. Solo recuperando e riqualificando le aree già urbanizzate è possibile evitare il degrado e dare nuova vita ai centri abitati, contrastando il consumo di suolo".

I 58 progetti presentati sono stati esaminati da un nucleo tecnico che, sulla base dei criteri indicati dal bando, ha verificato il rispetto dei requisiti di ammissibilità e valutato la coerenza del progetto con le strategie della programmazione regionale, l'efficacia e la qualità dell'intervento in funzione della rigenerazione delle aree interessate, il livello di partecipazione pubblica, l'avanzamento progettuale e la cantierabilità delle opere, nonché il carattere di innovazione di iniziative che potranno costituire "esperienze pilota". L'analisi ha prodotto una graduatoria e le risorse disponibili hanno consentito il finanziamento di 14 proposte, distribuite tra le province di Grosseto, Lucca, Arezzo, Siena, Massa Carrara, Firenze e Prato. L'intenzione della Regione è quella di reperire nuovi fondi da destinare a questi progetti.

Progetti finanziati:

Monterotondo Marittimo (Gr) - Riqualificazione dell'ex cinema ACLI
San Romano in Garfagnana (Lu) - Restauro e risanamento conservativo-igienico-funzionale per la realizzazione di unità abitative ad uso housing sociale e per anziani.
Anghiari (Ar) - Riqualificazione della ex stazione
Sansepolcro (Ar) - Rigenerazione dell'edificio della stazione ferroviaria e delle aree contermini
Cetona (Si) - Riqualificazione dell'edificio Ex Macelli di Piazze
Massa Marittima (Gr) - Trasferimento Museo di arte e storia delle miniere 'SUBTERRANEO'
Villafranca in Lunigiana (Ms) - Riqualificazione e rigenerazione urbana dell'area fluviale e del parco urbano adiacente il centro storico del capoluogo
Trequanda (Si) - TRIGENERANDA, Piano integrato di rigenerazione urbana di aree pubbliche site all'interno dei centri di Trequanda, Petroio e Castelmuzio
Gavorrano (Gr) - Nuova biblioteca comunale all'interno dell'edificio ex minerario Bagnetti della miniera di Gavorrano
Borgo a Mozzano (Lu) - Riqualificazione funzionale del fabbricato ex scuola della frazione di Dezza
Marradi (Fi) - Connessioni urbane per un territorio più attrattivo e sostenibile
Roccastrada (Gr) - Rigenerazione urbana dell'area di intersezione viaria tra via Montemassi, via Collacchia, via Toscana e via del Daccialone a Ribolla
Vernio (Po) - Recupero Piazzale degli Alpini a Montepiano per la creazione di un'area mercatale e parcheggio
Pratovecchio Stia (Ar) - Nuova scuola di Forgiatura
Gli interventi riguardano sia la riqualificazione di immobili, aree degradate o in stato di abbandono, sia la valorizzazione di spazi aperti e di 'connessioni urbane'. La Giunta regionale si riserva la possibilità di destinare ulteriori risorse del nuovo bilancio di previsione 2020-22, per incrementare il budget del programma di finanziamento che consenta lo scorrimento della graduatoria a favore dei progetti ritenuti ammissibili ma al momento non finanziati.

Sintesi dei progetti:

Gli interventi presentati dai Comuni di Anghiari e di Sansepolcro mirano a incentivare politiche di mobilità sostenibile, attraverso il recupero e la rifunzionalizzazione di spazi ferroviari, al fine di creare un nodo intermodale tra mobilità ferroviaria, su ruote e ciclabile e di favorire lo sviluppo e la promozione del territorio. L'ex stazione ferroviaria di Anghiari si rinnova così come struttura turistico ricettiva, con il ruolo di "ciclostello" e struttura di servizio (bar, ristorazione, ciclofficina e nucleo di accoglienza con camere), mentre l'area della stazione ferroviaria di Sansepolcro viene valorizzata quale "Portale territoriale", in connessione con la linea ferroviaria esistente e il progetto Ciclopista dell'Arno–Sentiero delle Bonifica, integrando nell'edificio della stazione funzioni commerciali specialistiche, bike sharing e di valorizzazione dell'associazionismo e della cittadinanza attiva.

La proposta del Comune di Pratovecchio Stia prevede il recupero di uno stabile in stato di abbandono, destinato a Officina dei Treni della linea Arezzo-Pratovecchio Stia per realizzarvi un laboratorio per l'apprendimento dei mestieri e per l'avviamento al lavoro, con il trasferimento della Scuola di Forgiatura, attualmente ubicata fuori dal territorio comunale. Lo spazio esterno circostante sarà utilizzato per la realizzazione di eventi e manifestazioni, soprattutto in occasione della Biennale di Arte Fabbrile, comportando una riqualificazione generale della zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    La nuova frontiera social: postare foto senza trucco

  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento