menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Civitella, servizi territoriali sanitari al collasso. Il sindaco scrive alla Usl

Problemi legati alla prenotazione delle visite e non solo. L'allarme del sindaco Menchetti

Ingressi contingentati, appuntamenti e non solo. La gestione dell'emergenza legata al Covid-19 unita alle attività quotidiana della Casa della Salute sta mettendo a dura prova la tenuta del sistema sanitario a Civitella in Val di Chiana. Ecco perchè il sindaco ha voluto scrivere alla Usl Toscana Sud Est per chiedere un intervento quanto mai celere.

La nota del sindaco Menchetti

Le norme di protocollo prevedono il contingentamento degli ingressi presso la Casa della Salute, a tal proposito, per richiedere i vari servizi, oltre al numero di telefono, sono stati istituiti strumenti telematici per evitare code e sovraccarico delle stesse linee telefoniche che vanno dal numero whatsapp 3517003140 alla mail coopmedicinanuova@gmail.com, passando per la pagina Facebook e il sito della cooperativa 'Medicina Nuova'.
Le prenotazioni CUP, cercando di garantire un servizio diffuso nel territorio son garantite sia presso  la Casa della Salute sia in entrambe le farmacie comunali di Tegoleto e Pieve al Toppo che nelle farmacie private in apposite fasce orarie che trovate esposte all’entrata dei vari edifici o consultabili nei relativi siti.
La novità della scorsa settimana relativa al nuovo gestionale denominato “CUP 2.0”, che prevede oltre la classica prenotazione presso  i vari punti CUP del territorio la  possibilità di prenotare direttamente da parte del cittadino sta subendo lo scotto dell’avvio con alcuni malfunzionamenti, indipendenti dal personale addetto,  procurando non pochi problemi e conseguenti code sia alla Casa della Salute che presso le farmacie, auspichiamo che rapidamente siano eliminate le disfunzioni in modo da garantire davvero un servizio efficiente che permetta di risparmiare tempo sia ai cittadini che intendono provvedere in autonomia che agli operatori dei vari punti CUP. 
Nonostante l'attivazione delle misure di cui sopra sono costretta a segnalare criticità ormai sia per la cittadinanza, che per questa amministrazione, insostenibili. Sono sempre piu’ numerose le segnalazioni dei cittadini che lamentano la difficoltà e talvolta l’impossibilità di contattare telefonicamente la Casa della Salute per i vari servizi, dalla prenotazione della visita, alla prescrizione delle medicine, e così via.

Preso atto della necessità di limitare l’accesso alla struttura, è evidente che devono aumentare in modo corrispondente e adeguato le modalità alternative di accesso. Considerato che la popolazione ha un alto numero di persone anziane che, nonostante la disponibilità di sistemi piu’ innovativi,quali mail, whatsapp, ricercano maggiormente nel telefono la modalità di contatto, e che ad oggi la Casa della Salute dispone di solo due linee, è evidente che sono assolutamente insufficienti, procurando insofferenza da parte dell’utenza per i numerosi tentavi da fare nella mattinata alla ricerca della  linea telefonica libera. 
Altrettanto insufficiente è il personale dedicato a questo servizio di ricezione, visto che un’unità è costantemente dedicata esclusivamente al triage quindi sottratta al servizio di segreteria , servizio di triage necessario per un contingentamento degli ingressi al fine di rendere  maggiormente sicura la struttura sia per i pazienti che usufruiscono dei servizi che  per gli stessi operatori. Trattandosi di una piccola struttura si evidenzia che una eventuale positività interna potrebbe comportare anche la chiusura completa dei servizi.
E’ auspicabile l’attivazione di un sistema telefonico di accoglienza delle chiamate a cui viene assegnata la priorità e tiene in attesa finche l'operatore si libera, così che le persone che chiamano si sentano prese in carico avendo contezza anche dell’eventuale attesa.
Alla luce di quanto sopra, con grande rammarico,  per evitare che  il malcontento della cittadinanza, già al limite della sopportazione degeneri, e il sistema territoriale collassi procurando anche un assalto agli ospedali, e considerato che questa situazione si protrae da oltre 6 mesi, ho esposto formalmente  alla ASL  tutte queste problematiche richiedendo  un ’urgente intervento sia in merito all’ampliamento delle linee telefoniche che rispetto ad una congrua dotazione del personale   per tornare a garantire un servizio efficiente come nel periodo anti Covid, in un’ottica di tutela della salute pubblica. La Casa della Salute di Civitella ha, fin dalla sua nascita, ha rappresentato un’eccellenza nel panorama almeno provinciale con la sua innovativa organizzazione, e vogliamo tornare al più presto agli efficienti livelli assistenziali a cui siamo abituati e ai quali i nostri cittadini hanno diritto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento