Attualità

Prevenzione del rischio idrogeologico: riunione in Prefettura con Regione, Provincia, Comuni e Consorzio di Bonifica

Condividere le procedure operative relative al rischio idrogeologico e idraulico, verificare la preparazione delle articolazioni territoriali del sistema di protezione civile, favorire lo scambio di informazioni: questi gli obiettivi principali...

Danni alluvione Corsalone

Condividere le procedure operative relative al rischio idrogeologico e idraulico, verificare la preparazione delle articolazioni territoriali del sistema di protezione civile, favorire lo scambio di informazioni: questi gli obiettivi principali della riunione che si è svolta oggi in Prefettura a Arezzo, presieduta dal prefetto Clara Vaccaro.

Presenti all'incontro rappresentanti del Servizio di Protezione Civile della Regione Toscana, della Provincia, del Consorzio di Bonifica Alto Valdarno nonché sindaci e amministratori dei Comuni.

Il prefetto, in vista della stagione autunnale appena iniziata e di quella invernale che verrà, ha rammentato l'esigenza che ciascuna amministrazione, per i profili di propria competenza, provveda, con tempestività, a verificare l'aggiornamento delle proprie pianificazioni, ove sono contemplate le procedure di attivazione e gli interventi da mettere in campo, al verificarsi di fenomeni meteorologici avversi o di altre calamità naturali, nonché proceda a censire le aree maggiormente a rischio, a controllare l'efficienza dei mezzi e delle risorse materiali disponibili, a confermare l'attualità delle aree individuate per il ricovero della popolazione e per l'ammassamento dei mezzi e delle attrezzature mobilitate.

Il rappresentante della Regione Toscana ha illustrato il sistema di allertamento meteo regionale, evidenziando il significato dei diversi livelli di criticità previsti e le misure concrete da intraprendere per ciascuno dei codici colore tipizzati. Lo stesso, inoltre, ha sottolineato che riveste un'importanza fondamentale anche l'attività di osservazione e monitoraggio dei fenomeni in atto.

In tale contesto, la riunione è stata l'occasione per verificare l'efficienza della diramazione degli avvisi meteo, ribadire il supporto di Regione e Provincia ai Comuni per l'aggiornamento dei piani comunali e sottolineare l'importanza della preparazione preventiva di tutto il sistema di protezione civile per fronteggiare eventuali situazioni di emergenza legate a fenomeni idrogeologici e idraulici.

Un'attività che la Prefettura intende ulteriormente testare attraverso un'esercitazione per posti di comando, che si svolgerà nel mese di novembre e che coinvolgerà i soggetti istituzionali a vario titolo interessati.

Oltre alla capacità di risposta del sistema di protezione civile per fronteggiare gli impatti di un evento sul territorio, nel corso dell'incontro il referente della Provincia ha rilevato che, sul piano della prevenzione, è strategica la conoscenza dei territori e delle zone più vulnerabili oltre che la tempestiva attuazione delle misure prioritarie già nella fase di allerta. Lo stesso, inoltre, ha sottolineato l'importanza di curare l'informazione alla popolazione, attraverso la diffusione di materiale informativo e la promozione di campagne di comunicazione, anche coinvolgendo il mondo della scuola.

Il Prefetto ha inteso ribadire la funzione fondamentale che svolge il Consorzio di Bonifica nel quadro delle opere di manutenzione e di ripulitura dei torrenti e dei fiumi, oltre che di presidio e di sorveglianza del livello raggiunto dai corsi d'acqua.

In conclusione dei lavori, il Prefetto ha rivolto a tutte le componenti del sistema di protezione civile la raccomandazione a prestare la massima attenzione alle iniziative da realizzare sul fronte della prevenzione dei rischi, per poi trovarsi, al verificarsi di un evento, nelle migliori condizioni per gestire le situazioni emergenziali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione del rischio idrogeologico: riunione in Prefettura con Regione, Provincia, Comuni e Consorzio di Bonifica

ArezzoNotizie è in caricamento