Attualità

Prende il via il progetto "Educhiamo al movimento"

Il progetto è rivolto ai bambini tra gli 8 e i 14 anni e prevede un intervento di analisi della postura e del movimento a fini diagnostici e preventivi, svolto dal personale sanitario, presso gli ambulatori e la palestra del Centro Vertex di Arezzo

Questa mattina presso il Centro Vertex di Arezzo la Consigliera Regionale Lucia De Robertis, il Governatore dell’Arciconfraternita della Misericordia di Arezzo Pier Luigi Rossi, Marco Mariani pediatra, Giovanni Giambrone e Marco Bivignanelli professionisti del Centro Vertex, nonché i Clown Dottori della Misericordia, hanno presentato il progetto “Educhiamo al movimento”.
Il progetto è sostenuto dalla Valigia dei Sorrisi, gruppo Clown Dottori della Misericordia di Arezzo, che è risultata assegnataria dei fondi messi a disposizione dalla Regione Toscana con un bando pubblico volto all’aiuto degli Enti del Terzo settore che svolgono attività di animazione per il sollievo psicologico ed emotivo dei pazienti pediatrici delle strutture sanitarie della Toscana, in collaborazione con il Centro Vertex s.r.l..
Il progetto è rivolto ai bambini tra gli 8 e i 14 anni e prevede un intervento di analisi della postura e del movimento a fini diagnostici e preventivi, svolto dal personale sanitario, presso gli ambulatori e la palestra del Centro Vertex di Arezzo. 
I beneficiari del progetto, scelti tra coloro che avrebbero difficoltà ad accedere a questo tipo di percorso diagnostico, saranno segnalati dal proprio pediatra direttamente al Centro Vertex.
Il bambino sarà accompagnato dai volontari della Valigia dei Sorrisi e, in un unico appuntamento, seguirà il protocollo, che parte da una visita medica con il dott. Giacomo Nofri, fisiatra del Centro Vertex, proseguirà con un incontro con l’osteopata dott. Giovanni Giambrone al fine di individuare eventuali deficit o atteggiamenti posturali errati e disfunzionali e si concluderà con esercizi posturali e di educazione al movimento, specifici e personalizzati sulla base dei dati raccolti nelle prime due fasi. Tali esercizi saranno svolti nella palestra del Centro Vertex con fisioterapisti specializzati e con la supervisione del dott. Marco Bivignanelli.

Al termine del percorso verranno suggeriti gli esercizi da eseguire a casa per prevenire e correggere posture scorrette. In alcuni casi, se necessario, sarà previsto il monitoraggio a distanza di un mese.
Quando: il sabato su appuntamento (sono previste 6 date dedicate al progetto). In ottemperanza alle norme sanitarie anti-Covid, accederanno al Centro Vertex un massimo di 7 bambini per giornata, che seguiranno un percorso individuale, accompagnati dai volontari della Valigia dei Sorrisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende il via il progetto "Educhiamo al movimento"

ArezzoNotizie è in caricamento