Attualità

Premio Nazionale Corsena 2020. Filippo Boni sul podio con “L’ultimo sopravvissuto di Cefalonia"

Il libro, che narra l’incredibile storia di Bruno Bertoldi miracolosamente sopravvissuto al massacro nazista, ai lager tedeschi ed ai gulag sovietici, era già stato inserito nella cinquina finale del Premio Fiuggi Storia 2019

Da sinistra: Bruno Bertoldi e Filippo Boni

“C’è stata un’incollatura fino alla fine tra i due volumi, una lotta fino all’ultimo voto”. Con queste parole il presidente della giuria del premio nazionale Corsena 2020 ha decretato i vincitori tra i finalisti del prestigioso riconoscimento. “L’ultimo sopravvissuto di Cefalonia” di Filippo Boni (edizioni Longanesi) è risultato secondo classificato per un soffio. Il libro, che narra l’incredibile storia di Bruno Bertoldi, oggi 102 anni, di Bolzano, miracolosamente sopravvissuto al massacro nazista, ai lager tedeschi ed ai gulag sovietici, era già stato inserito nella cinquina finale del Premio Fiuggi Storia 2019, uno dei più autorevoli riconoscimenti nazionali ed è in corsa per un altro importantissimo premio internazionale, l’Acqui Storia. Filippo Boni ha dedicato il secondo posto proprio a Bruno Bertoldi.

“Per te ed a te carissimo vecchio mio, per i tuoi 102 anni come fossero 20, per la passione che brucia ancora in fondo ai tuoi occhi. Per il tuo sorriso chiaro ed i sogni che ancora, dopo un secolo, ti muovono il cuore”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Nazionale Corsena 2020. Filippo Boni sul podio con “L’ultimo sopravvissuto di Cefalonia"

ArezzoNotizie è in caricamento