rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
La buona notizia

Poti Pictures e il prestigioso incarico della Santa Sede: realizzati 5 video per la campagna mondiale #IamChurch

Ogni video ha lo scopo di far emergere il contributo che le persone con disabilità quotidianamente offrono alla comunità ecclesiale. Dal 6 dicembre pubblicati uno a settimana sui canali Youtube di Vatican News e del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita

Una nuova, entusiasmante, collaborazione per Poti Pictures, divisione cinematografica della cooperativa sociale aretina Il Cenacolo e prima casa di produzione cinematografica sociale al mondo (www.potipictures.com). Questa volta è stata infatti coinvolta dalla Santa Sede nella realizzazione di un documentario. Il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita ha infatti lanciato la campagna #IamChurch per la quale sono stati realizzati cinque video in cui persone con disabilità, provenienti da diverse parti del mondo, raccontano la propria esperienza di fede e affermano: "Io sono Chiesa!".

"Nel mese di marzo 2021, siamo stati contattati dal Vaticano, dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita – racconta il regista Daniele Bonarini -. Avevano visionato i nostri lavori e volevano dare alla campagna #IAmChurch, un taglio in stile Poti Pictures, con una visione della disabilità non pietistica e patinata, ma fresca e dai toni leggeri. Il materiale ricevuto da diverse parti del mondo, era davvero tanto e necessitava di una messa a fuoco su quella che sarebbe stata la struttura narrativa. Abbiamo pertanto lavorato diversi mesi non solo al montaggio, ma in alcuni casi (come Messico e Australia) anche alla regia, coordinando a distanza le riprese con le associazioni interessate e, nel caso di “Fede e Luce”, realizzandole direttamente a Roma. Tutto il lavoro di cucitura, è stato eseguito in costante collaborazione con il dottor Vittorio Scelzo del Dicastero che ci ha accompagnati e guidati in tutti questi mesi”.

A partire dal 6 dicembre, i video saranno disponibili sui canali YouTube di Vatican News e del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita e verranno pubblicati a cadenza settimanale. Ogni video ha lo scopo di far emergere il contributo che le persone con disabilità quotidianamente offrono alla comunità ecclesiale. Il lavoro di evangelizzazione portato avanti da alcuni giovani sordi in Messico, il monastero dove in Francia alcune suore con sindrome di Down vivono la loro vocazione, il gruppo di giovani italiani con disabilità intellettiva che partecipano alle Giornate Mondiali della Gioventù sono solo alcuni esempi di una realtà più vasta che la campagna intende iniziare a mostrare.

“Siamo onorati e grati dell’opportunità che ci è stata concessa di mettere anche la nostra firma a una campagna internazionale con un tema così importante - spiega Paolo Marraghini , presidente della cooperativa Il Cenacolo - e ancor di più per essere stati riconosciuti da una realtà di rilievo mondiale come un Dicastero della Santa Sede, riconoscendo alla Poti Pictures di essere un ‘mezzo efficace’ per raccontare la disabilità, un ambito nel quale la cooperativa Il Cenacolo è impegnata quotidianamente da oltre 30 anni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poti Pictures e il prestigioso incarico della Santa Sede: realizzati 5 video per la campagna mondiale #IamChurch

ArezzoNotizie è in caricamento