menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
lettere-posta-corrispondenza

lettere-posta-corrispondenza

Poste, sparita la carta d'identità di una donna malata. Odissea del marito per ritirarla

In questa storia ci sono due protagonisti, un uomo con un avviso in mano e l'addetta dello sportello delle Poste. - "Buongiono, scusi, avrei da ritirare questa raccomandata per conto di mia moglie. Ecco ho qui la delega." - "Salve, io non...

In questa storia ci sono due protagonisti, un uomo con un avviso in mano e l'addetta dello sportello delle Poste.

- "Buongiono, scusi, avrei da ritirare questa raccomandata per conto di mia moglie. Ecco ho qui la delega."

- "Salve, io non posso dargliela, perché contiene una carta d'identità."

- "Sì lo so, la stiamo aspettando, ma mia moglie è ricoverata a Milano non può venire a ritirarla e ne abbiamo estremo bisogno anche per motivi personali. Ecco qui la documentazione medica che attesta la grave malattia."

- "Sì, ma io non posso dargliela, perché si tratta di una raccomandata che prevede la consegna a mano"

- "Ma scusi, io come faccio? E poi dove sta scritta questa frase? Ci sono anche i miei genitori e mia sorella che lavorano alle Poste, se vuole chieda pure a loro"

- "No, non mi interessa, non gliela consegno lo stesso"

Questo in sintesi il dialogo, anche con toni un po' disperati di un aretino che in questi giorni, oltre all'odissea della malattia della moglie, sta vivendo mille periperizie per poter ritirare la sua carta d'identità alle Poste. Ma la storia, che forse ha visto applicate delle regole, ma dimenticandosi il buon senso, non finisce qui. Sono passate ore e giorni, ma la carta d'identità non si sa dove sia finita. L'uomo ha fatto però la tracciabilità della raccomandata via internet e chiamato il numero verde per farsela spedire al domicilio. Ebbene la raccomandata risulta consegnata. Ma a chi se l'addetta dello sportello smistamento di viale Michelangelo non l'ha consegnata al marito dell'intestataria? Il dilemma non si è sciolto, questa famiglia ha evidentemente subito un disservizio e della carta d'identità non c'è altra traccia utile perché possa essere ritirata dal marito della signora.

Storie di italiana follia che speriamo si risolvano velocemente. Dalle Poste una risposta a quest'uomo deve arrivare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento