Poste, partono le stabilizzazioni: ad Arezzo in 23 saranno assunti a tempo indeterminato

La metà sono part time. In tutto oltre 60 assunzioni in Toscana

Sono oltre 60 le stabilizzazioni che riguarderanno Poste Italiane in Toscana. Di queste ben 23 riguardano la realtà aretina.

"Un colpo al precariato che è frutto di un accordo siglato ieri tra sindacati e azienda e che porterà finalmente all’assunzione di tanti lavoratori a tempo indeterminato" spiega in una nota Uil Toscana Questo il dettaglio delle stabilizzazioni in Toscana:  Arezzo 11 lavoratori full time e 12 part time;  Firenze 12 part time;  Livorno 12 part time; Pisa 6 part time;  Prato 12 part time.

In tutto sono 65 lavoratori assunti a tempo indeterminato, di cui 54 part time e 11 part time. A cui si aggiungono circa 60 stabilizzazioni nella prima fase del percorso di stabilizzazione dei precari e 13 nella seconda fase. Dal 2018 a oggi in Toscana sono circa 138 i lavoratori stabilizzati in Poste Italiane, oltre 5700 a livello nazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono numeri importanti perché significa che la breccia contro il precariato diventa sempre più ampia - spiega il segretario generale Uilposte Toscana Silvia Cirillo -. Siamo partiti dall’impossibilità di poter realizzare delle assunzioni, dei posti di lavoro a tempo indeterminato, e invece, grazie all’impegno unitario del sindacato, siamo arrivati a questo risultato. Un percorso che la Uilposte ha avviato da anni, dedicando al precariato un apposito coordinamento nazionale, oggi formato da giovani lavoratori di tutta Italia. Siamo soddisfatti di aver ristabilito una cosa normale e di buon senso, e cioè che il lavoro non è precario ma a tempo indeterminato. E’ chiaro che questo non basta, dobbiamo continuare questa battaglia e come sindacato rivendicheremo posti di lavoro stabili. Il nostro obiettivo resta sempre il solito: restituire dignità ai lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento