Attualità

Ponte Catolfi, Neri: "Ritardi dovuti al Covid, travi arrivate pronte per il montaggio". Il cronoprogramma

"Le iniziative intraprese degli ultimi giorni hanno prodotto un effetto importante: sono arrivate le travi ed abbiamo già i documenti per avviare il pre-montaggio" spiega la sindaca

Il cantiere del Ponte Catolfi, immagini fornite dalla sindaca Simona Neri

In una riunione di questa mattina l'amministrazione comunale di Laterina Pergine ha fatto il punto sui lavori di Ponte Catolfi. A darne comunicazione la sindaca Simona Neri.

"Il 15 Giugno scorso sono iniziate ad arrivare le travi in cantiere (lato Ponticino) e da qui in avanti inizierà la fase di pre-montaggio dell’impalcato, quindi gli ordini di servizio pregressi emessi dal direttore lavori sono stati parzialmente ottemperati dalla ditta. La ditta ha da qualche giorno inviato al Comune le proprie controdeduzioni, così come richiesto, legando i ritardi sulle lavorazioni di cantiere alla situazione sanitaria nazionale che ha determinato una difficoltà, a causa della emergenza pandemica in corso, a reperire sia operai che materiali da costruzione (ci sono stati talvolta fermi delle lavorazioni anche nelle aziende di forniture a causa di quarantene tra il personale nonché tra gli operai stessi della ditta principale o delle ditte collaboratrici). Il maggior costo delle lavorazioni e dei fattori di produzione, che rappresenta tutt’ora un tema importante ed emergenziale sull’intero territorio nazionale, ha inciso anche in termini di tempo per la ricerca e l’aggiornamento di preventivi adeguati. Inoltre, internamente alla ditta, vi è stata la necessità di sostituire il direttore tecnico aziendale e necessità di trovare altra persona che da qualche settimana svolge questo ruolo, in aggiunta alle avverse condizioni meteo che talvolta hanno impedito alla ditta di fare certe lavorazioni o di attraversare l’alveo a causa della corrente dell’Arno. Per le ragioni sopra esposte, che ho riportato in estrema sintesi, la ditta ha chiesto una proroga di 100 giorni per terminare la costruzione del Ponte ma offrendo la totale disponibilità a tutti i responsabili tecnici di lavorare insieme per modificare/integrare il cronoprogramma che hanno in bozza: la Rup Patrizia Belardini ha chiesto al coordinatore per la sicurezza Ing. Maurizio Sacchetti, al direttore lavori Ing. Carlo Titton ed al Collaudatore di prendere una posizione nel merito ed attendiamo risposte, sulla base delle quali si prenderà una decisione sulla eventuale proroga da concedere. Allo stato attuale la ditta è in cantiere ed è pronta per il pre-montaggio, arriveranno le travi d’acciaio anche sul lato di Laterina. La posizione della RUP è sempre quella di considerare inopportuna la risoluzione del contratto, che allungherebbe senza tempi certi la realizzazione dell’opera a seguito dell’indizione di una nuova gara d’appalto e delle procedure burocratiche connesse, senza più controllo certo neanche sui costi. Si conferma quindi la volontà di fare valutazioni più precise sull’entità della proroga richiesta dalla ditta anche alla luce di quanto risponderanno l’Ing. Maurizio Sacchetti, l’Ing. Titton ed il collaudatore. Le iniziative intraprese degli ultimi giorni hanno prodotto un effetto importante: sono arrivate le travi ed abbiamo già i documenti per avviare il pre-montaggio. Gli operai che lavoreranno in cantiere nei prossimi giorni sono già stati individuati. L’Ing. Maurizio Sacchetti riferisce che anche da parte della Asl, coinvolta nel cantiere con un protocollo di buone pratiche, c’è la disponibilità ad effettuare riunioni di coordinamento periodiche per compensare le eventuali piccole carenze ed ottimizzare i tempi anche in termini di sicurezza. Le minoranze continuino pure a scrivere sciocchezze, replicheremo quando lo riterremo necessario, ormai si commentano da sole."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Catolfi, Neri: "Ritardi dovuti al Covid, travi arrivate pronte per il montaggio". Il cronoprogramma

ArezzoNotizie è in caricamento