Ponte Buriano, bando internazionale per progettare il nuovo guado. "Opera storica"

Chiassai: "In queste settimane stiamo perfezionando gli ultimi passaggi che ci porteranno alla firma della convenzione con il Ministero dei trasporti per ottenere il finanziamento di 3,4 milioni di euro. Bando entro settembre"

Un finanziamento da oltre tre miolioni di euro per realizzare il ponte provvisorio sull'Arno e portare avanti il progetto di Ponte Buriano. La Provincia di Arezzo sta portando avanti gli ultimi passaggi per siglare la convenzione con il ministero dei Trasporti. A darne notizia è la stessa presidente Silvia Chiassai: "Da oltre un anno - spiega ci siamo impegnando per dare risposte certe ai cittadini e aziende che transitano su Ponte Buriano; in queste settimane stiamo perfezionando gli ultimi passaggi che ci porteranno alla firma della convenzione con il Ministero dei trasporti per ottenere il finanziamento di 3,4 milioni di euro necessari per la realizzazione del guado provvisorio e poter così partire entro settembre con un bando per la progettazione esecutiva del guado e della viabilità alternativa, svincolando il ponte storico dal traffico".

Allo stesso tempo la Provincia sta lavorando per arrivare alla progettazione dell'infrastruttura. Come? Con stilando un concorso di livello internazionale.

"Stiamo lavorando con Cassa depositi e prestiti per l’uscita di un concorso di progettazione internazionale per il nuovo ponte - conferma Chiassai -, un’opera storica di grande rilievo, un ponte moderno, non impattante, che si calerà perfettamente con l’ambiente ed il paesaggio dove andrà a collocarsi. Questa operazione libererà in maniera definitiva Ponte Buriano dal traffico veicolare, permettendo il restauro e sostenere un turismo ecosostenibile.”

Chiassai, insieme al consigliere provinciale con delega alla Viabilità Angiolino Piomboni, sta avanti questa operazione grazie anche all’interessamento in prima persona del presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte. Per questo motivo terranno un incontro pubblico con la cittadinanza nelle prime settimane di settembre per informare di persona aziende e cittadini su tutto il progetto che verrà realizzato.

"Per la prima volta nella storia, la Provincia di Arezzo interviene a tutela di questo luogo, che rappresenta un patrimonio storico importante e un punto cruciale indispensabile per la viabilità di collegamento tra Arezzo ed il Valdarno, da valorizzare e rilanciare dal punto di vista turistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento