"Politiche di coesione sociale, scuola e sanità: mai perdere il contatto con le persone". Al via gli appuntamenti telefonici

Tanti: "Per non perdere il contatto diretto con le persone, soprattutto adesso, e per evitare spostamenti fuori casa di persone anziane e fragili in un momento di emergenza sanitaria nazionale ho quindi deciso di attivare un contatto telefonico che faciliti chi ha problemi anche nell’utilizzo delle nuove tecnologie"

“Le direttive dell’ultimo dpcm c’impongono, come noto, di rivedere comportamenti e abitudini e sconsigliano di svolgere riunioni in presenza. Per le mie abitudini e per le mie deleghe questo rischia di essere un vero problema".  Lucia Tanti interviene spiegando come dovranno essere organizzate le attività del suo assessorato, ovvero quelle inerenti al sociale, in questo periodo di nuove restrizioni per far fronte all'epidemia di Covid.

"Per non perdere il contatto diretto con le persone, soprattutto adesso, e per evitare spostamenti fuori casa di persone anziane e fragili in un momento di emergenza sanitaria nazionale ho quindi deciso di attivare un contatto telefonico che faciliti chi ha problemi anche nell’utilizzo delle nuove tecnologie. Dobbiamo purtroppo adeguarci a un confronto amministratori/cittadini con una nuova modalità che adesso è quasi esclusivamente a distanza, ma allo stesso tempo vanno predisposti tutti gli strumenti per non interrompere il filo diretto tra amministratori e cittadini.

Ora più che mai, dobbiamo pensare alle persone in difficoltà, agli anziani ma non solo, e non possiamo costringerle - se non vogliono -  a un incontro-video o a prendere confidenza con un programma di teleconferenza.

Ecco allora che per esigenze e fattispecie particolari l’appuntamento sarà telefonico usando uno strumento a questo punto universale: i cittadini possono chiamare lo 0575 377726, chiunque lo componga avrà la possibilità di lasciare il suo numero. Lo richiamerò personalmente dedicando tutto il tempo necessario all’esposizione delle esigenze. Spero che presto si possa tutti tornare a una vita normale, per ora ciò che è prioritario è facilitare le persone e accorciare le distanze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento