Attualità

Polemica per una 14enne multata sul bus. Dindalini: "Se ha sbagliato il conducente, rimborseremo i 40 euro"

Un caso controverso di minore multato su un bus. E non è il primo. Questa volta l'episodio si è verificato venerdì 14 settembre, poco prima delle 20, lungo la tratta urbana - gestita da Tiemme - tra la frazione di San Leo e il centro di Arezzo...

Un caso controverso di minore multato su un bus. E non è il primo. Questa volta l'episodio si è verificato venerdì 14 settembre, poco prima delle 20, lungo la tratta urbana - gestita da Tiemme - tra la frazione di San Leo e il centro di Arezzo. Una ragazza era salita sull'autobus chiedendo di fare il biglietto, a prezzo maggiorato, a bordo. Ma l'autista non lo aveva a disposizione. Comunque, racconta il padre, le avrebbe dato rassicurazioni sul fatto che non sarebbe stata multata. Quando la ragazza è scesa, ha trovato il controllore di un'azienda esterna, che le ha fatto 40 euro di contravvenzione.

Mia figlia - è lo sfogo del padre -, che ha 14 anni, voleva pagare il biglietto, ma è stata impossibilitata a farlo, perché l'autista era sprovvisto. Tutto questo sebbene la pubblicità confermi che sia possibile comprare il biglietto anche nel bus, sebbene con tariffa maggiorata.

"Il nodo della questione in questo caso - spiega il presidente di Tiemme Massimiliano Dindalini - è l'ipotetica rassicurazione del conducente. Non poteva essere garantita l'immunità dalla multa. Ho chiesto al babbo della minore di presentare reclamo scritto, con i dettagli della vicenda. Qualora l'autista abbia detto alla 14enne di non preoccuparsi, rimborseremo la multa e la società prenderà provvedimenti interni. Tuttavia ci tengo a precisare: il servizio di vendita di biglietti sul bus deve essere considerata extrama ratio, è previsto nella carta dei servizi ma non è garantito. Dipende dal fatto che l'autista abbia o meno i ticket dietro.

Dindalini aggiunge:

Ai conducenti viene consegnato un plafond da 40 biglietti, che dura qualche giorno, magari settimane. E può capitare che, al momento della necessità di un utente, i ticket siano esauriti. Ci sono tanti modi per reperire i biglietti: con un sms, con Arezzo card, etc. Farli a bordo è l'ultima possibilità. In prospettiva sarà introdotta la possibilità di fare il biglietto con carte di credito. Nel frattempo cercheremo di sensibilizzare tutti gli autisti ad avere scorte di biglietti a bordo, c'è una minima parte di loro che fa resistenza a questo proposito. E, come azienda, è nel nostro interesse che ci sia massima copertura nella possibilità di far biglietti.

@MattiaCialini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica per una 14enne multata sul bus. Dindalini: "Se ha sbagliato il conducente, rimborseremo i 40 euro"

ArezzoNotizie è in caricamento