Inquinamento. Valori impazziti ad Arezzo e in Valdarno, l'aria del Casentino la migliore della Toscana

I dati Arpat mostrano delle anomalie nei valori di Pm10 presenti per metro cubo d'aria. La fotografia è quella dei primi 13 giorni del 2020

Il primato - negativo - appartiene a San Giovanni Valdarno che dall'inizio dell'anno a oggi ha registrato un'impennata di Pm10 nell'aria. Segue Arezzo che, malgrado il ridimensionamento degli ultimi giorni, dal 1° gennaio ha assistito ad un crescendo di valori decisamente sopra alla media.

La fotografia è quella scattata da Arpat attraverso l'analisi dei dati registrati dalle centraline presenti in tutta la provincia e utili al monitoraggio dello stato di salute dell'aria. Sul territorio sono attive cinque stazioni utili alla rilevazione anche, ma non solo, di Pm10 (banalmente note come polveri sottili). Due sono ubicate ad Arezzo, una in via dell'Acropoli e l'altra in piazza della Repubblica. Altre si trovano in Casentino nel comune di Chitignano, a Castelnuovo dei Sabbioni nel comune di Cavriglia e a San Giovanni Valdarno. E' proprio quest'ultima a registrare le performance peggiori d'inizio anno. Con nove giornate "nere" ecco che il 2020 per i valdarnesi si preannuncia decisamente in salita rispetto a quelle che sono le condizioni medie annue.

Per questa ragione l'attenzione nel Valdarno superiore resta particolarmente alta tanto che, l'amministrazione comunale di Montevarchi ha prorogato fino al 20 gennaio l’ordinanza con l’adozione di misure restrittive per il contenimento delle emissioni di Pm10, ai fini della tutela della qualità dell’aria e della salute dei cittadini. Nello specifico, il provvedimento vieta l'accensione di fuochi all'aperto e abbruciamenti di sfalci, potature e residui vegetali su tutto il territorio comunale al di sotto della quota di 300 metri, nonché l’accensione di legna in caminetti aperti per il riscaldamento domestico dove siano presenti sistemi alternativi di riscaldamento. Il sindaco Chiassai ha imposto nel provvedimento anche l’obbligo di spegnimento di motori di veicoli in sosta prolungata in particolare per veicoli commerciali e autobus.

chart-2-2

E' utile ricordare che i valori di Pm10 non dovrebbero mai superare i 50 microgrammi per metro cubo, l'esposizione ad ambienti con tassi superiori a questa soglia potrebbe avere particolari ripercussioni sulla salute umana. Stando ad alcuni studi addirittura "il particolato riduce l'aspettativa di vita di 1-2 anni e in particolare di 0,77 anni ogni 10 µg/m³ di PM2,5; il PM10 aumenta l'asma tutto l'anno e le bronchiti in inverno (a causa degli idrocarburi policiclici aromatici); il PM2,5 è un probabile fattore di rischio per l'insorgenza di tumori".

L'inquinamento e l'alta pressione. Il momento peggiore al mattino​

Non positiva anche la condizione di inizio anno ad Arezzo in piazza della Repubblica. Sei le giornate dove i valori hanno superato la soglia di tolleranza raggiungendo picchi di oltre 78 microgrammi per metro cubico. Completamente differente la situazione in via dell'Acropoli dove gli sforamenti hanno riguardato soltanto la giornata del 1° gennaio scorso.

chart

Degli eventi quasi unici visto che, dati Arpat sempre alla mano, le condizioni dell'Aretino non sono tra le peggiori anzi, è propri in questo angolo di Toscana che si registrano alcuni primati regionali. I polmoni della provincia, avvalendosi dello straordinario supporto fornito dalle foreste casentinesi, riescono a respirare quasi sempre aria pulita visto che, la presenza di ettari ed ettari boschivi contribuisce ad abbattere le emissioni in atmosfera di agenti inquinanti. Nonostante ciò la provincia, con San Giovanni Valdarno e Arezzo, viene menzionata tre le prime dieci aree con il più alto concentramento di inquinanti (seppure mantenendo una media annua inferiore ai 50 microgrammi per metro cubo). Allo stesso tempo, le stazioni di Chitignano e quella di Castelnuovo dei Sabbioni sono rispettivamente la prima e la seconda in tutta la Toscana per qualità dell'aria registrata. Due fiori all'occhiello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni postali fruttiferi, risparmiatore ottiene 9mila euro in più di interessi. Il caso spiegato dall'avvocato Bufalini

  • Trovato morto sotto la doccia

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Fa il pieno ma non riesce a pagare con la carta. Dice al benzinaio: "Stai sereno", poi scappa

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

  • Da Arezzo al Grande Fratello: Jacopo Poponcini nella casa più spiata d’Italia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento