Attualità

Più sicurezza nei luoghi di lavoro: Cna ricorda la figura di Leonardo Quinti

Era conosciuto, semplicemente, come Piccio. Titolare di una piccola azienda idraulica nel comune di Foiano, Leonardo Quinti perdeva la vita il 24 maggio dello scorso anno in un incidente sul lavoro. "Questo evento doloroso che ha colpito uno di...

Leonardo Quinti

Era conosciuto, semplicemente, come Piccio. Titolare di una piccola azienda idraulica nel comune di Foiano, Leonardo Quinti perdeva la vita il 24 maggio dello scorso anno in un incidente sul lavoro.

"Questo evento doloroso che ha colpito uno di noi - sottolinea la presidente CNA, Franca Binazzi - conferma la necessità di tenere sempre alta l'attenzione sul problema della sicurezza nei luoghi di lavoro. Il nostro è un paese complesso dove la risoluzione dei problemi non va, spesso, oltre la loro enunciazione. CNA sta facendo di più e vuol continuare a farlo: questo è per noi il modo migliore di onorare la memoria di Piccio".

CNA Arezzo ha una società specializzata in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro che organizza corsi sul rispetto degli adempimenti di legge, promuove iniziative per rendere più sicure le aziende e per la formazione in materia di salute e sicurezza.

"Le nostre attività sono molteplici - sottolinea Franca Binazzi. Promuoviamo campagne di sensibilizzazione sui requisiti tecnici professionali delle imprese e dei lavoratori nonché l'informazione e l'addestramento delle maestranze. Puntiamo sulla qualità della pianificazione della sicurezza che è un elemento fondamentale per affrontare la complessità della sicurezza nel cantiere e la forte presenza di lavoro irregolare, poniamo l'accento sul problema sicurezza e facciamo chiarezza sulle nuove normative. Non solo, all'interno del nostro Patronato, rafforzeremo la consulenza e l'orientamento con uno sportello ad hoc dedicato ai familiari dei nostri artigiani vittime di incidenti sul lavoro. Un lavoro sempre più intenso per evitare di perdere altri straordinari lavoratori e artigiani quali Leonardo Quinti, alla cui famiglia CNA rinnova le condoglianze ad un anno dalla morte di Piccio.

Piccio lascia due figli, Lalla ed Emilio, e la moglie Pina. CNA lancia un appello: il figlio Emilio, con un'esperienza lavorativa brillante in un'azienda del settore della meccanica, è attualmente in cerca di occupazione ed è ben disponibile a valutare opportunità per ricollocarsi nel mondo del lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più sicurezza nei luoghi di lavoro: Cna ricorda la figura di Leonardo Quinti

ArezzoNotizie è in caricamento