rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
L'epilogo / Giotto / Via Antonio Gramsci

La piscina riaprirà per tutti quando non ci sarà più il green pass

Questo l'epilogo, tra l'altro prevedibile, della vicenda che ha messo in luce anche le difficoltà della società a far fronte ai costi aumentati e al periodo della pandemia che per la prima volta ha prodotto un bilancio in perdita

E' sicuramente una bella notizia quella che finalmente la piscina comunale riuscirà a riaprire. Lo farà parzialmente dall'11 aprile quando potranno rientrare in vasca i ragazzi dell'agonistica e della pre agonistica. Il loro green pass sarà controllato direttamente dall'associazione sportiva Chimera Nuoto. Questo a distanza di quasi tre mesi dal giorno della sua chiusura in seguito all'ordinanza emessa dal sindaco, in un primo momento violata dal gestore Walter Magara. Era il 19 gennaio. Prima c'erano state multue e ordinanze, diffide e interessamento della Prefettura. Ma la vicenda non si era sbloccata.

Così le porte si sono chiuse, per le famiglie sono iniziate le peregrinazioni in provincia andandosi ad allenare nell'accogliente ma piccola struttura di Subbiano. E' nato anche un comitato spontaneo di genitori, soprattutto impegnati con i ragazzi nei gruppi agonistici e in quelli del nuoto sincronizzato. Ad un certo punto si è aperto un dialogo tra l'amministrazione e il gestore. Ghinelli e Magara si sono parlati. E' emerso uno dei grossi problemi. Oltre alla contrarietà rispetto alla politica del green pass da parte del Centro Sport Chimera sono saltati fuori i conti, che non tornano, i costi sono esplosi e per la prima volta il bilancio è stato depositato con una perdita. 

Revocare la concessione alla società? Qualche valutazione sarà stata fatta, ma il contratto di project financing è apparso blindato, nonostante in questi mesi si sia di fatto interrotto il servizio di una struttura comunale, quindi pubblica. E questo prima di tutto a causa del mancato controllo della certificazione verde da parte dei gestori sui frequentatori della piscina di viale Gramsci. E infatti la riapertura totale della struttura avverrà a maggio quando quest'obbligo sarà decaduto. Il decreto entrato in vigore da oggi ha già tolto molte restrizioni, ma il passaggio più importante si avrà proprio dal primo di maggio quando il certificato verde sia rafforzato che base sarà accantonato con la sola eccezione che resterà valido per le visite in rsa e nei reparti di degenza degli ospedali fino al 31 dicembre prossimo.

Non a caso quindi da lunedì 2 maggio è prevista la ripresa dei corsi della scuola nuoto, del nuoto libero e del fitness in acqua che proseguiranno fino alla consueta chiusura estiva. Un ulteriore appuntamento è fissato per domenica 1 maggio quando verrà proposta una giornata promozionale con ingresso gratuito al nuoto libero e con attività gratuite di fitness in acqua. Le iscrizioni, infine, saranno riaperte dall’11 al 30 aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La piscina riaprirà per tutti quando non ci sarà più il green pass

ArezzoNotizie è in caricamento