Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Picchi di incidenti nei fine settimana. La guida per i viaggi sicuri e i check up gratuiti nelle officine

L'estate è un periodo delicato per gli incidenti stradali. Certo ci sono più mezzi in movimento, i viaggi sono più lunghi ed impegnativi ed aumenta anche il numero delle due ruote in circolo. Per questo la polizia stradale è particolarmente...

L'estate è un periodo delicato per gli incidenti stradali. Certo ci sono più mezzi in movimento, i viaggi sono più lunghi ed impegnativi ed aumenta anche il numero delle due ruote in circolo. Per questo la polizia stradale è particolarmente impegnata nei controlli ed al fianco degli agenti, al servizio dei cittadini ci sono le officine degli auto-riparatori che offrono in questo periodo di preparazione alle vacanze estive il check up gratuito per tutti i veicoli.

E' un servizio offerto da un gruppo di 70 officine, che fanno parte di Cna e Confartigianato, i loro nomi e gli indirizzi si possono trovare nei rispettivi siti www.cna.arezzo.it e www.artigianiarezzo.it. Controllo dell'olio, delle spazzole, della pressione degli pneumatici e della ruota di scorta, sono alcuni dei controlli che sono offerti gratuitamente.

"E' fondamentale che prima di mettersi in viaggio, oltre ad organizzare la vacanza la cosa fondamentale è assicurarsi della perfetta efficienza del veicolo, perché la vacanza inizia quando si mette in moto la macchina." Questa l'appello del comandante della polizia stradale di Arezzo Alessandro Rossi che ha elencato tutta una serie di accorgimenti che possono sembrare semplici e banali, ma che non sono affatto da sottovalutare.

Consigli pratici per preparare un viaggio sicuro:

E' importante predisporsi mentalmente anche ad un eventuale piccolo imprevisto che si potrebbe incontrare per strada come una foratura, un incidente, un guasto meccanico, e ancora, tenere a portata di mano un paio di bottiglie d'acqua, magari qualcosa di dolce o salato da mangiare.

Poi bisogna controllare che il veicolo sia efficiente: una giusta pressione degli pneumatici, le luci funzionanti, le spazzole tergicristallo non usurate, acqua e olio a livello e magari che la ruota di scorta sia gonfia ed efficiente, non si sa mai.

L'auto va caricata assicurandosi che i bagagli siano fissati correttamente: in caso di urto i bagagli liberi potrebbero ferire i passeggeri.

Prima di partire, infine, verificare di avere a portata di mano i documenti di guida obbligatori e cioè patente in corso di validità, carta di circolazione e certificato di assicurazione del veicolo. Durante il viaggio è anche molto utile sintonizzarsi sui notiziari radiofonici e ascoltare le informazioni sulla viabilità dell'ultimo minuto. Regole da rispettare alla guida:

I bambini fino ad 1,5 m di altezza devono usare seggiolini o adattatori e le cinture di sicurezza sono obbligatorie per tutti gli occupanti del veicolo (proprio così, anche per chi sta dietro); chi viaggia in moto deve usare caschi omologati e sempre allacciati, ed è consigliabile indossare un abbigliamento tecnico con protezioni (anche se fa caldo); rispettiamo i limiti di velocità che ricordiamo essere 50km/h sulle strade urbane, 90km/h sulle extraurbane secondarie, 110km/h sulle extraurbane (90km/h se piove) e 130km/h in autostrada (110Km/h se piove); è vietato usare il cellulare se non con il vivavoce o l'auricolare: non distrarti a guardare i messaggini perché distogliere lo sguardo dalla strada solo per due secondi equivale a percorrere decine di metri "al buio"; mantieni la distanza di sicurezza dal veicolo che ti precede per evitare tamponamenti a fronte di una frenata improvvisa; in autostrada circola sempre sulla corsia più libera a destra e usa quella/e di sinistra solo per il tempo necessario ad effettuare il sorpasso (non si sorpassa a destra per nessun motivo); evitare di affrontare il viaggio dopo un abbondante pasto, meglio fare un riposino e comunque mai guidare sotto l'effetto di alcool (neppure un paio di bicchierini di vino) o droghe;

se durante il viaggio si avverte stanchezza o sonnolenza, fermati nella prima area di servizio e riposati perché il colpo di sonno non "bussa mai due volte".

In caso di incidente, fermarsi e assistere i feriti e se non ci sono feriti spostare i mezzi e segnalare l'evento, indossando sempre il giubbottino catarifrangente; in caso di incidente sulla carreggiata opposta non curiosare e non rallentare potresti causare un grave pericolo per chi sopraggiunge; la corsia di emergenza serve solo in caso di guasto meccanico o malore e non per far fare la pipì al piccolo, occuparla impropriamente è pericoloso potrebbe ostacolare il passaggio dei mezzi di soccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchi di incidenti nei fine settimana. La guida per i viaggi sicuri e i check up gratuiti nelle officine

ArezzoNotizie è in caricamento