Attualità

Casa Pia "Fossombroni", Petruccioli: "C'è un problema reale e deve essere immediatamente risolto"

Il direttore della Rsa cittadina è intervenuta nella consueta conferenza stampa del sindaco Ghinelli per fare il punto sulla situazione della struttura da lei presieduta

Paola Petruccioli, presidente Casa Pia

Il sindaco Alessandro Ghinelli nella consueta conferenza stampa quotidiana legata agli aggiornamenti Coronavirus ha fatto il punto suoi nuovi casi in città e in tutta la provincia.

"I contagiati di Arezzo città passano da 65 a 67. Il dato provinciale invece sale a 461 positivi dall'inizio dell'epidemia, tra questi sei sono ancora stabilmente in terapia intensiva, 36 nel reparto di malattie infettive e 419 in isolamento domiciliare. 132 sono i soggetti in quarantena nella nostra città, 123 adulti e nove minori. Ad oggi i guariti aretini sono 5".

I controlli della Polizia Municipale

Sono state controllate 130 persone che hanno presentanto 121 autocertificazioni e elevato cinque sanzioni che diventano così 169 dall'inizio dei controlli. Inoltre è stata sanzionata una persona che era fuori senza indossare la mascherina in una situazione invece che ne richiedeva l'uso obbligatorio. 

Casa Pia "Fossombroni"

Durante il consueto appuntamento serale del sindaco Ghinelli per aggiornare la cittadinanza sui nuovi casi di Covid-19 è intervenuta la presidente della Casa Pia "Fossombroni" Paola Petruccioli che ha parlato di "un problema reale".

"La situazione di ieri è inaspettata e anche un po' sconcertante perché stanno costringendo una struttura per anziani a gestire da sola un'emergenza sanitaria di questo genere. Noi pensavamo che l'ospite fosse trasferito o in ospedale o in una struttura riservata ai Covid-19, invece l'ospite deve rimanere all'interno della struttura. Noi abbiamo 80 anziani e 52 non sono autosufficienti e quelli autosufficienti sono affetti da patologie più o meno gravi di tipo psichiatrico, quindi si chiede ad una struttura di rinunciare a dei posti dedicati agli ospiti e creare una situazione di isolamento portando la rinuncia a circa tre posti letto. Abbiamo problemi di spazi. Poi andrebbero isolati tutti gli ospiti che sono stati a contatto con questo soggetto, ma non è possibile perché non abbiamo 80 camere singole come non è possibile mandare in quarantena tutti gli operatori considerando la mancanza di personale. Il problema è reale e deve essere immediatamente risolto, è necessario che le autorità competenti allontanino questo soggetto dalla struttura. Noi ad oggi continuiamo a ricevere i risultati dei tamponi eseguiti l'8 aprile, alle 15,30 di oggi abbiamo avuto la conferma che su 142 tamponi eseguiti ci sono 3 positivi asintomatici e 12 soggetti non rilevabili. In questo momento ci sono in corso ulteriori tamponi, ma se i risultati devono arrivare tra cinque giorni mi sembra un lavoro inutile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Pia "Fossombroni", Petruccioli: "C'è un problema reale e deve essere immediatamente risolto"

ArezzoNotizie è in caricamento